Tag: pubblici

Lo spreco delle risorse pubbliche in un settore fondamentale: la formazione scolastica

riforma-scuola-renzi1

Fondamentale per far progredire un paese è fornire alla popolazione un buon livello educativo.

Un grande sforzo in questo senso, malgrado le non floride disponibilità statali e le due guerre, fu fatto fino agli anni ’60.

Con differenze territoriali, nel complesso, tuttavia, le scuole primarie e secondarie e le università erano buone .

In seguito all’influenza della sinistra si passò, a mio giudizio, a partire dagli anni sessanta ad una sorta di follia educativa :lauree brevi, Università ovunque ( talora a poche diecine di chilometri l’una dall’altra )e per le discipline più disparate.

Tutto ciò a beneficio di nuovi docenti e del personale necessario a far funzionare le Facoltà e degli albergatori delle località dove venivano creati i nuovi Atenei.

MAI PIU SCIOPERI NEI SERVIZI PUBBLICI

images

Ho il massimo rispetto per i pubblici dipendenti che lavorano, anche perché devono spesso fare anche la parte dei loro colleghi assenteisti o scansafatiche. È grazie a loro – e certo non ai loro capi – se qualcosa nei nostri servizi pubblici ancora funziona.
Sono però stanco dei loro sindacati la cui controparte siamo noi cittadini. Non è possibile che lo sciopero dei mezzi pubblici sia diventato così puntuale che si potrebbe stampare negli orari di bus e treni.