Tag: laburisti

Londra, trionfa Corbyn “il rosso”. È il funerale del Labour di Blair

DV2066381

Lo hanno raffigurato come un “rosso” pericoloso. “Ci porterà al disastro” hanno profetizzato i tanti sostenitori del balirismo che ancora fanno parte del partito laburista. Il loro tentativo di sbarrargli la strada non ha però sortito l’effetto sperato. Dopo Grecia e Spagna anche l’Inghilterra registra, ad opera di Jeremy Corbin l’opa, dei massimalisti sulla leadership dello schieramento di sinistra.

Che sia colpa della crisi economica, o di una proposta riformista sempre più annacquata e incapace di fare presa sul suo elettorato di riferimento, una cosa è certa: nessuno fino a pochi mesi fa avrebbe scommesso un euro sull’ascesa del sessantaseienne pacifista.

ELEZIONI NEL REGNO UNITO: LA RIVINCITA DEGLI INDIPENDENTISTI SCOZZESI

3_fullsize

Il prossimo governo del Regno Unito potrebbe essere deciso dalla Scozia. Il 7 maggio, stando ai sondaggi, dietro a Conservatori e Laburisti si piazzerà lo Scottish National Party, il Partito che questo autunno ha fatto tremare Cameron con il referendum indipendentista. L’SNP, guidato da un’agguerrita Nicola Sturgeon, potrebbe essere l’ago della bilancia nel caso si formasse un governo di coalizione.
David Cameron e Ed Miliband lo hanno capito bene giovedì 2 Aprile durante il confronto TV tra i leader dei sette maggiori partiti britannici. In quella occasione Nicola ha stracciato gli avversari promettendo di abbassare le tasse per le famiglie e di diminuire l’iniquità del dibattito intergenerazionale. Forse a Londra la voteranno in pochi ma la performance televisiva, stando al giudizio degli analisti, consentirà allo Scottish National Party di fare il pieno di voti in Scozia. E questo darà al Partito indipendentista un potere enorme: il governo, senza il suo sostegno, non potrà essere formato.