Tag: Italia

Gli appalti in Italia: da un estremo all’altro

Passare da un estremo all’altro: un approccio ideologico e propagandistico che non risolve nulla

Negli scorsi anni per contrastare la corruzione ormai dilagante si è varato il “codice degli appalti”: un armamentario cervellotico di norme, una specie di labirinto in cui, grazie anche ad autentici errori lessicali, ogni amministrazione, specie quelle più piccole e meno attrezzate, si perdeva e rinunciava ad appaltare i lavori.
Questo ha indubbiamente portato a una paralisi progressiva degli investimenti e a una situazione quasi fallimentare le imprese costruttrici italiane.

Share

La Libia, Gheddafi e l’Italia

Cosa abbiamo guadagnato e cosa abbiamo ottenuto con la mediazione, a Palermo, fra le due principali fazioni in lotta nella guerra civile di Libia? C’è chi dice che sia stato un flop, concentrando l’attenzione sulla plateale uscita di scena della Turchia, che ha abbandonato il tavolo negoziale. C’è chi, invece, sottolinea il successo del primo summit libico promosso dall’Italia, dopo anni in cui ci siamo limitati a seguire la politica di potenze più attive nell’area, quali Francia e Usa.
La vera domanda, è: perché prima non eravamo noi a gestire la crisi libica? Tutto sommato è l’Italia la potenza ex coloniale nel paese nordafricano. È l’Italia che ha la maggiore e più lunga esperienza negli affari libici. È sempre l’Italia la nazione europea geograficamente più vicina. Eppure siamo quasi del tutto esclusi dalla gestione della crisi libica post-Gheddafi.

Share

LEGGE ELETTORALE E REFERENDUM COSTITUZIONALE

Il “disegno deformatore” (legge elettorale+riforma costituzionale) del governo non è accettabile perchè sovverte il principio democratico, posto dalla Costituzione a base della Repubblica. Infatti la legge elettorale conferisce necessariamente, nel più che probabile ballottaggio, il governo nazionale ad una minoranza indeterminata dei voti validi, assegnando ad essa un premio pur’esso indeterminato in seggi sebbene determinato nel totale di 340 deputati (55% di 630-12).

Share

La fragilità del sistema bancario italiano

Quattro banche di medie dimensioni sono “fallite” e per la prima volta in Italia hanno perso non solo gli azionisti ma anche alcune categorie di obbligazionisti. L’attenzione dei media si è concentrata soprattutto sulle perdite subite da chi aveva acquistato obbligazioni subordinate. Sembra quasi che i problemi delle nostre banche possano essere circoscritti alla necessità di informare meglio sui rischi di certi titoli sino magari a limitarne la vendita ai soli investitori istituzionali.

Share

LA MANCANZA DI PROTEZIONE DEI CITTADINI ITALIANI ALL’ESTERO DA PARTE DELLO STATO

Il ” peso” di uno Stato nei fori internazionali si misura non solo, ovviamente, in base alla forza economica dello stesso ma anche all’atteggiamento che assume ogni qualvolta siano coinvolti gli interessi, maggiori o minori, del paese e i propri cittadini.
Sotto questo secondo aspetto l’Italia è carente talora in maniera eclatante.

Share

LA POLITICA DI DUEMILA ANNI FA, DESCRITTA NELLA “CONGIURA DI CATILINA” DI SALLUSTIO NON È DISSIMILE DA QUELLA ODIERNA IN ITALIA

“Tra i politici.. non trovai senso d’onore ma impudenza, non probità ma corruzione, non rettitudine ma avidità” (v.”La congiura di Catilina”, III, 4).
-“I re hanno in sospetto le persone di valore più che le nullità e le doti morali li mettono in apprensione” (v.ibidem VII,1,2) .

Share