Tag: finanza

IL DAVIDE PUGLIESE CONTRO IL GOLIA DELLA FINANZA INTERNAZIONALE ED I POTERI NAZIONALI CORRELATI

David, (1010-970 a.C. circa),figlio di Iesse, fu inviato, alla corte del re Saul. Ancora giovinetto affrontò in duello, armato solo di una fionda, il gigantesco Filisteo Golia e lo uccise. Grazie all’eliminazione di Golia il conflitto tra gli Ebrei ed i Filistei si risolse a favore dei primi. La fama assunta da Davide fece, però, ingelosire Saul e Davide fu costretto a lasciare la corte e ad errare per alcuni anni nel deserto. Morto Saul, Davide fu eletto re della tribù di Giuda e dopo sette anni re di Giuda e di Israele. Conquistò Gerusalemme e ne fece la sua capitale.
La potenza della finanza internazionale é ben nota e crediamo possa essere paragonata a quella di Golia. Le grandi banche internazionali, melius, in pratica, quelle anglo – statunitensi, la fanno da padrone coadiuvate dalle agenzie di “rating”.

Share

IL (QUASI) SILENZIO E’ D’ORO (PER ALCUNI)

Questo detto popolare – integrato con alcune parole poste tra parentesi da chi scrive – si attaglia alla perfezione, a nostro avviso, agli scandali di enormi proporzioni che negli ultimi anni hanno contrassegnato l’attività di grandi banche statunitensi, britanniche, di alcuni istituti di credito elvetici, tedeschi e giapponesi e di cui la stampa non specializzata, pur non avendo potuto ignorarli, non ha dato (stranamente) il dovuto risalto.

Share

“QUIS CUSTODET IPSOS CUSTODES?” (=CHI CONTROLLA I CONTROLLORI?)

E’ questo un interrogativo, molto noto e sempre attuale, di Giovenale. “Sempre attuale” come cercheremo di dimostrare riferendoci ai carenti controlli che si sono verificati nelle attività bancarie e finanziarie a livello planetario nel passato anche recentissimo.
Ci riferiamo “in primis” alla c.d. “Grande Depressione” ovvero alla gravissima crisi finanziario-economica del 1929 che iniziò con il crollo della Borsa di Wall Street a Nuova York il 29 ottobre in seguito all’euforia speculativa correlata alla crescita economica post-bellica americana alimentata dalla notevole liquidità derivante dai rimborsi dei prestiti concessi durante il Primo Conflitto alle potenze alleate.

Share