Tag: destra

Il Centro Destra e le prossime elezioni politiche

comunali-160604142007

Appare ormai chiaro che, salvo imprevisti, la prossima tornata elettorale politica nazionale si terrà in primavera.

Il Centro Sinistra ha perso colpi in seguito ai ripetuti errori di Renzi.

Ed é diviso.

Anche il Movimento Cinque Stelle non brilla a causa dell’incerta gestione nell’amministrazione di molte città.

Non sembra, inoltre, che abbia leader in grado di prenderne efficacemente la guida.

Il Centro Destra potrebbe pertanto accrescere i propri voti ma deve fare i conti con Salvini che teme un accordo Berlusconi- Renzi.

Un colpo di scena, che sconvolgerebbe il panorama politico, potrebbe, forse, venire dall’eventuale ritorno di Enrico Letta nella politica attiva.

Divide et Impera

renzi-berlusconi

In previsione delle elezioni che potrebbero tenersi entro l’anno o agli inizi del 2018 i partiti del centro-destra dovrebbero sforzarsi di unire le loro forze. Stando, infatti, ai sondaggi, anche se sono sempre aleatori, gli elettori propenderebbero per indirizzare i loro suffragi bilanciando le preferenze tra i partiti della sinistra e quelli del centro destra. I “cinque stelle” dovrebbero mantenere – salvo qualche errore di percorso – il loro elettorato.

Risulta perciò evidente che un centro-destra non fortemente coeso non avrebbe speranza di prevalere e il PD, probabilmente ancora guidato dal furbo Toscano, avrebbe buon gioco alleandosi, se del caso, con i Grillini.
Diverso sarebbe l’esito della tenzone se il Centro-Destra riuscisse a chiamare a raccolta esponenti “molto qualificati” della società italiana. Sta al Presidente Berlusconi effettuare siffatto tentativo, che è, indubbiamente, di grande difficoltà.
Presti perciò ascolto ai consigli dei suoi fidati consulenti: Gianni Letta e Confalonieri e non ai vari suoi Diadochi che pensano solo al loro orticello. Altri mente, ancora una volta, prevarrà chi meglio saprà applicare l’antico detto: “dividi e comanda”. E l’Italia sarà “di dolore ostello” perché il quadro internazionale è molto fosco.

LA POLITICA DI DUEMILA ANNI FA, DESCRITTA NELLA “CONGIURA DI CATILINA” DI SALLUSTIO NON È DISSIMILE DA QUELLA ODIERNA IN ITALIA

congiura

“Tra i politici.. non trovai senso d’onore ma impudenza, non probità ma corruzione, non rettitudine ma avidità” (v.”La congiura di Catilina”, III, 4).
-“I re hanno in sospetto le persone di valore più che le nullità e le doti morali li mettono in apprensione” (v.ibidem VII,1,2) .