Tag: cultura

Per creare veri posti di lavoro, più che le misure acchiappavoti bisognerebbe dimezzare le imposte sulle imprese

In questo momento di incertezza nella congiuntura internazionale (Brexit, nuove possibili imposte americane sulle loro importazioni, possibile rialzo dei tassi d’interesse con la fine del quantitative easing, ecc.) il vero azzardo di questo Governo non consiste tanto nella volontà di non rispettare gli impegni presi dall’Italia con la UE, ma soprattutto nell’ignorare le chiare indicazioni provenienti dal mercato finanziario, che valutano il rischio connesso ai titoli di Stato italiani assai elevato con uno spread ormai stabilmente intorno ai 330 punti, più del doppio dei livelli precedenti alla formazione del nuovo governo.

Share

La prospettiva di profitto

Gli economisti classici avevano individuato quattro categorie di reddito a seconda dei fattori di produzione che li generavano: salari, dal lavoro; rendite, dalla proprietà delle terre più fertili al crescere della coltivazione in quelle meno produttive; interessi, dal capitale e infine il residuo costituito dai profitti che restavano all’imprenditore una volta pagati i costi di produzione.
È la prospettiva di profitto che induce l’imprenditore a occupare i vari fattori della produzione, che altrimenti sarebbero inerti, nonché a pagare ai loro detentori quanto necessario ai rispettivi consumi e risparmi. È la prospettiva di profitto che induce l’imprenditore ad investire creando un surplus rispetto a quanto consumato.

Share

LA VITICULTURA HA ACCOMPAGNATO E FAVORITO LO SVILUPPO STORICO, CULTURALE, SOCIALE ED ECONOMICO DELLE POPOLAZIONI DEL BACINO DEL MEDITERRANEO, PRIMA, DELL’EUROPA OCCIDENTALE E DELLE AMERICHE SUCCESSIVAMENTE

Questo aspetto è in genere poco conosciuto ma riveste un’importanza rilevantissima nella storia dei popoli dell’Europa e delle Americhe.
Occorrerebbe un volume per cercare di descrivere l’influenza che nel corso dei millenni ha esercitato la viticultura sulla storia del mondo occidentale.
Ci limiteremo, pertanto, a brevi accenni che ci auguriamo riescano a fornire al lettore una prima idea della tematica.

Share

QUANDO I “GIOCHI AMERICANI” HANNO SOPPIANTATO QUELLI “FRANCESI”

QUANDO I GIOCHI AMERICANI HANNO SOPPIANTATO QUELLI FRANCESI

Quando è cominciato l’inarrestabile declino prima di tutto culturale e solo successivamente e per necessaria conseguenza economico del mondo occidentale?
Come ho già più volte detto e scritto, nella seconda metà degli anni Cinquanta del trascorso Novecento, anche se è solo con il trascorrere dei decenni che le oggi a tutti evidenti nefaste ripercussioni si sono mano mano appalesate nei più differenti campi.
E’ difatti in quel triste quinquennio che a livello mondiale, in campo culturale come in quello economico e commerciale, il fino ad allora dominante francese viene sostituito dall’inglese.

Share