Tag: cuba

USA/CUBA: LO STATO DELLE COSE AL 3 GIUGNO 2015

Il 2 giugno a L’Avana, per la prima volta nella storia, si è svolta una partita di calcio tra una squadra Usa, i Cosmos di New York, e la nazionale cubana.
L’incontro, cui ha assistito anche il leggendario giocatore brasiliano Pelé, è stato vinto dagli americani per 4-2, ma il risultato in questo caso non contava nulla.
L’evento, infatti, è stato un classico esempio di footbal diplomacy, il cui scopo era celebrare il processo di normalizzazione tra gli Stati Uniti e la Cuba di Raúl Castro (fratello di Fidel), antagonisti sin dalla Guerra Fredda.

Share

SE LA FINE DELL’EMBARGO NON PORTA LA DEMOCRAZIA A CUBA

«Somos todos americanos», siamo tutti americani. Con queste parole Obama ha annunciato la storica decisone di inaugurare un nuovo corso nelle relazioni con Cuba. Si tratta di una delle deliberazioni più importanti della presidenza Obama, una decisione che si rifletterà positivamente sulla sua immagine pubblica, oscurata da continui insuccessi in politica estera e dal fallimento delle elezioni di Midterm. Dopo 53 anni dalla rottura dei rapporti diplomatici, Washington riaprirà la sua ambasciata a L’Avana e Cuba sarà di nuovo rappresentata presso la Casa Bianca. “Riteniamo che la politica seguita fin qui non abbia funzionato – ha detto Obama – e che il modo migliore per portare democrazia e prosperità a Cuba sia di intraprendere una nuova strada”.

Share

JACOBO ARBENZ GUZMAN

Jacobo Arbenz Guzman

27/28 giugno 1954: sessanta anni fa, il presidente democraticamente eletto Jacobo Arbenz Guzman, il ‘maestro’ di Ernesto ‘Che’ Guevara lasciava il Guatemala costretto all’esilio da una invasione organizzata dalla CIA. Passarono solo sei mesi e il suo governo, mantenendo le promesse fatte dal nuovo capo dello Stato ai campesinos e agli indios nel corso della campagna politica, promulgò la tanto attesa e rivoluzionaria riforma agraria: erano oggetto d’esproprio i fondi incolti e destinati a pascolo di estensione superiore ai novanta ettari e quelli non direttamente coltivati, erano esentate le aziende a coltivazione intensiva, i terreni demaniali potevano essere concessi in usufrutto perpetuo a singoli individui o a cooperative.

Share