Tag: BIANCA

HERBERT HOOVER

Herbert-Hoover

Herbert Hoover nacque il 10 agosto 1874 e morì il 20 ottobre 1964. Fu in carica dal 4 marzo 1929 al 3 marzo 1933.

Un tipo davvero in gamba.

Ingegnere attivo a livello internazionale.

Milionario in giovane età.

Capacissimo presidente del consiglio interalleato per gli aiuti alle popolazioni colpite dagli eventi bellici durante e dopo la prima guerra mondiale.

Uomo politico che aveva saputo tessere ottime relazioni in particolare con i Paesi latino americani.

Ministro del commercio sotto Warren Harding e il suo successore.

Un curriculum eccezionale, senza la minima pecca, quello del candidato scelto dai repubblicani in vista delle elezioni del 1928 per sostituire Calvin Coolidge che aveva deciso di ritirarsi.
Demolito il democratico cattolico (‘papista’, secondo i denigratori) Alfred Smith, eccolo a White House.
E’ il 4 marzo del 1929.
Non molti mesi dopo, il terribile ‘crollo di Wall Street’.
Poi, la grande depressione.
Qualcuno può davvero pensare che Herbert Hoover abbia avuto a disposizione tra l’ottobre 1929 e il 1932 – quando sarà defenestrato da Franklin Delano Roosevelt – anni di presidenza felici?
Anche un solo giorno felice?
E sì che aveva cercato di porre un qualche rimedio: solo pannicelli caldi, purtroppo, alla prova dei fatti.

PAZZI ALLA CASA BIANCA?

Thomas-E.-Eagleton

Tempo fa, negli Stati Uniti, ebbe un qualche successo un libro di Anthony Summers (già autore di una buonissima e documentata biografia di J. Edgar Hoover, per lunghissimi anni direttore del FBI) dedicato a Richard Nixon.
Il presidente del Watergate – ma, non dimentichiamolo, anche dell’apertura alla Cina e di altri grandi successi in politica internazionale – veniva presentato da Summers come un folle, capace di mettere in pericolo la sicurezza nazionale e di picchiare più volte la moglie perché schiavo di potenti psicofarmaci che assumeva per combattere ansietà, insonnia ed altri sintomi nevrotici.

GEORGE CLOONEY ALLA CASA BIANCA

GeorgeClooneyHWoFJan12_(headshot)

Ricordando che George Clooney ha solo cinquantatre anni:
Primo scenario:
1 Matrimonio da favola a Venezia con la persona ‘giusta’.
2 Un figlio entro il prossimo anno con gravidanza annunciata al massimo tra sei mesi.
3 Dichiarazioni di appoggio alla candidatura (se ci sarà) in campo democratico di Hillary Clinton già in fase di primarie e caucus.
(Clooney e il suo entourage sperano in Hillary perchè, date l’età e le non ottime condizioni fisiche, se eletta, con ogni probabilità reggerebbe un solo mandato sgombrando il campo nel 2020.)
4 Una continua presenza durante tutta la campagna.
5 La candidatura in prima persona nel citato 2020