Tag: banche

La fragilità del sistema bancario italiano

310x0_1449236194960_banca_marche

Quattro banche di medie dimensioni sono “fallite” e per la prima volta in Italia hanno perso non solo gli azionisti ma anche alcune categorie di obbligazionisti. L’attenzione dei media si è concentrata soprattutto sulle perdite subite da chi aveva acquistato obbligazioni subordinate. Sembra quasi che i problemi delle nostre banche possano essere circoscritti alla necessità di informare meglio sui rischi di certi titoli sino magari a limitarne la vendita ai soli investitori istituzionali.

L’ AFFAIRE BANCARIO

Senza titolo-1

Si attribuisce al grande economista J.M.Keynes questa battuta: “Rapinare una banca è un crimine ma fondarne una è un delitto di maggior gravità”.
All’origine di due crisi economico-finanziarie a livello mondiale (quella del 1929 e la più recente generata dal fallimento della banca Lehman) c’è il sistema bancario statunitense non controllato adeguatamente.
E’ indubbio che gli istituti di credito siano essenziali per il sistema economico.

Siete d’accordo a regalare qualche centinaio di miliardi alle nostre banche?

OB-CZ622_oj_roc_E_20090121200641

“Bad bank”, “Non performing loans”, “Asset management company”, quando non si vuol far capire qualcosa basta dirlo in una lingua straniera. Cerchiamo di tradurre in Italiano la situazione.

Da mesi le banche italiane premono il Governo per raggiungere una soluzione al problema dei prestiti che i debitori non sono più in grado di onorare. Si tratta, al momento, di circa 330 miliardi di euro ma la somma è destinata a salire fino al 2018 (nessuno però sa di quanto). Alle banche piacerebbe sostanzialmente che lo Stato, o chi per lui, liberasse i loro bilanci dal fardello.