Tag: america

USA/CUBA: LO STATO DELLE COSE AL 3 GIUGNO 2015

Il 2 giugno a L’Avana, per la prima volta nella storia, si è svolta una partita di calcio tra una squadra Usa, i Cosmos di New York, e la nazionale cubana.
L’incontro, cui ha assistito anche il leggendario giocatore brasiliano Pelé, è stato vinto dagli americani per 4-2, ma il risultato in questo caso non contava nulla.
L’evento, infatti, è stato un classico esempio di footbal diplomacy, il cui scopo era celebrare il processo di normalizzazione tra gli Stati Uniti e la Cuba di Raúl Castro (fratello di Fidel), antagonisti sin dalla Guerra Fredda.

Share

BREVE STORIA DELLE ELEZIONI AMERICANE

Cinquanta semidei – Dal 1789 – anno nel quale fu per la prima volta eletto George Washington – al 1820 incluso, la contesa per la conquista della Casa Bianca ebbe luogo nell’ambito di un ristretto gruppo di gentiluomini tutti bene o male appartenenti alla vecchia aristocrazia americana.
Persone che avevano compiuto pressappoco il medesimo percorso, prima di tutto culturale, le quali si contrapponevano su basi ideali nell’intento di costituire e in seguito consolidare le fondamenta del nuovo Stato.

Share

IL NESPOTISMO IN AMERICA

Adam Bellow – figlio del grande scrittore statunitense di origini canadesi Saul Bellow, fra l’altro premio Nobel per la letteratura – qualche tempo fa, ha pubblicato un interessante e, per molti, sorprendente volume intitolato ‘Elogio del nepotismo: una storia naturale’. Nel libro, il giovane Bellow sostiene – andando contro corrente, visto che gli Stati Uniti sono da sempre considerati il Paese della meritocrazia nel quale i pa

Share

GEORGE WASHINGTON, IL PADRE DELLA PATRIA

Virginiano, facoltoso piantatore, esperto topografo, George Washington ebbe a compiere le sue prime esperienze militari durante la French and Indian War (1754/1763) e già nel 1755, per le capacità dimostrate sul campo, venne nominato comandante delle truppe della Virginia congedandosi poi a guerra avviata verso la vittoria dei coloniali e degli inglesi.
Ritiratosi nelle sue terre, fu comunque tra gli oppositori delle misure fiscali prese dal governo britannico ritenendole lesive della libertà delle colonie.

Share

USA LA CAMPAGNA DEL 1876 E IL ‘COMPROMESSO DEL 1877’

Quando furono resi noti i risultati delle elezioni per la Casa Bianca del 1876 fu evidente che il candidato democratico Samuel Tilden (come dipoi nel 2000 Al Gore) aveva ottenuto più voti popolari del suo rivale repubblicano Rutherford Hayes.
A causa del complesso sistema elettorale, però, nessuno dei due poteva contare su un numero di delegati tale da essere proclamato presidente.

Share

WILLIAM JENNINGS BRYAN

William Jennings Bryan

Al termine della convention democratica di Chicago del 1896, la maggioranza dei delegati, ripudiata la politica di Grover Cleveland e dei suoi sostenitori, candidò alla presidenza William Jennings Bryan.

Trentaseienne e per ciò stesso il più giovane aspirante alla Casa Bianca mai prescelto dai due maggiori partiti (la Costituzione prescrive che si debbano avere almeno trentacinque anni compiuti), Bryan era arcinoto in tutto il Paese come un magnifico e torrenziale oratore e un integerrimo sostenitore dei valori della tradizione.

Share

COSTITUZIONE USA: IL XXII EMENDAMENTO CON UNA “IPOTESI DI SCUOLA”

Il ventiduesimo emendamento alla Costituzione americana così recita:
“Nessuno potrà essere eletto alla carica di Presidente più di due volte, e nessuno che abbia tenuto la carica di Presidente, o abbia agito come Presidente, per più di due anni di un mandato per il quale qualche altra persona era stata eletta come Presidente, potrà essere eletto alla carica di Presidente più di una sola volta.

Share

USA 1948: HARRY TRUMAN “APRE” AI NERI

Harry_S_Truman

USA 1948, anno elettorale.
Harry Truman – dimostratosi un mago in politica estera per quanto arrivato alla Casa Bianca assolutamente privo di ogni conoscenza in merito – ha difficoltà sul piano interno.
Vuole, cerca la nomination e soprattutto vorrebbe restare in carica per così dire ‘in proprio’, di diritto e non per successione, risultando eletto a novembre.

Share