Categoria: Manifesti

Sergio Ricossa e la riscossa del pensiero (davvero) libero

sergio_ricossa

Scienziato sociale nella tradizione di Hume e Smith, ha incarnato il meglio dell’antistatalismo italiano. A colpi di numeri e humour
È morto mercoledì notte, a 88 anni, l’economista Sergio Ricossa, prestigioso collaboratore del Giornale. Laureatosi nel ’49 in Economia nella sua Torino, oltre a numerosi lavori scientifici come il Dizionario di Economia dell’82, tra i suoi libri spicca La fine dell’economia (’86).

Appello per una Costituente Liberale

Una forza capace di riformare il paese in senso liberale, necessaria sempre e indispensabile in questi tempi di eclissi della politica, manca in Italia da troppi anni. Alla prova della realtà infatti anche i governi che avevano promesso di realizzare la rivoluzione liberale hanno disatteso le aspettative.

Manifesto per le privatizzazioni

Liberare le energie positive di Milano: un Manifesto per le privatizzazioni.

Milano vive un momento cruciale: nei prossimi anni la città muterà in parte il suo volto fisico grazie alle grandi operazioni di trasformazione urbana e di sviluppo dei sistemi della mobilità che si stanno sviluppando sul suo territorio e nel 2015 ospiterà l’Expo, un’occasione unica per ribadire il proprio ruolo di città più internazionale ed innovativa del paese.

LE GRANDI RIFORME LIBERALI PER RILANCIARE L’ITALIA

I PRINCIPI CHE CI ISPIRANO, GLI OBIETTIVI CHE VOGLIAMO REALIZZARE
L’Italia, e tutto l’Occidente, vivono una crisi politica e culturale prima che economica, che riguarda i sistemi di governo di una realtà globale sempre più complessa e interdipendente.

Da un lato infatti i cittadini sono sempre più consapevoli della inadeguatezza dei “politici” nel gestire i problemi della società moderna; dall’altro però cercano sempre più “nello Stato”, e cioè alla fine in quegli stessi politici, il rifugio entro cui cercare riparo dalla crisi. Questo paradosso crea un clima generale di sfiducia e inerzia civile, tale da far prevedere a molti come ineluttabile il rapido declino politico ed economico dell’Europa.

Appello contro la corruzione

Nel corso dei tre approfonditi incontri del ciclo dedicato alle 5C (corruzione, competitività, civiltà, costituzione, carità), svoltisi alla Fondazione Ambrosianeum dal 12 al 26 maggio 2010, con l’apporto di testimoni, studiosi e operatori di alto livello, è emersa una larghissima coincidenza sul fatto che il profondo grado di CORRUZIONE SISTEMICA CHE CARATTERIZZA L’ATTUALE FASE DELLA VITA ITALIANA, HA EFFETTI DEVASTANTI SULLA COMPETITIVITÀ DELL’ECONOMIA, SUI RAPPORTI CIVILI, SUL FUNZIONAMENTO DELLE REGOLE DEMOCRATICHE E COSTITUZIONALI, SUL LIVELLO DELLA NECESSARIA SOLIDARIETÀ SOCIALE.