Autore: Roberto Penna

Le mille facce di Giuseppe Conte e il suo bizzarro appello ai liberali

Il destino del premier Giuseppe Conte e del suo Governo giallorosso, nonostante la fiducia ottenuta in entrambi i rami del Parlamento, è ancora incerto. Come sappiamo, si è trattato di una fiducia risicata al Senato, sofferta e resasi possibile soltanto grazie ai senatori a vita e al salto della quaglia di due forzisti, Andrea Causin e Maria Rosaria Rossi, oltre all’ormai celebre Lello Ciampolillo. Infatti, Conte e i giallorossi si sono presi un po’ di tempo, non si capisce se cinque giorni o addirittura due settimane, per tentare di allargare ed irrobustire una maggioranza ancora troppo precaria.

Share