Autore: Mauro Zanon

Luciano Emmer, cineasta dimenticato

È una domenica di sole cocente in quel di Roma, dove una folla eteroclita e pittoresca di capitolini, di diversa estrazione sociale, si appresta a traslocare, con ogni mezzo possibile, verso le ridenti coste balneari del Lazio. Tavolini e sedie, pentole e piatti, bucatini e salsa di pomodoro, pane e vino casereccio, l’essenziale per una fugace gita fuori porta tipicamente romana. È una Domenica d’agosto (1950) sulla spiaggia di Ostia, ed è il debutto della commedia di costume all’italiana, firmato Luciano Emmer.

Share

Io sono Lì – (Film, 2011)

Nella multiculturale periferia romana, Shun Lì, immigrata illegalmente dalla Cina, passa i suoi giorni a confezionare vestiti in un asettico laboratorio tessile, per rimborsare il debito che le permetterà di ottenere i documenti e ricevere finalmente l’annuncio della “Notizia”: l’arrivo di suo figlio in Italia, dopo otto, lunghissimi anni.

Share

Da Da Da, un programma che vale un palinesto

La scorsa settimana, per far fronte alla sospesione momentanea della sfida tra Francia e Ucraina, dovuta ad un improvviso diluvio sopraggiunto in quel di Donetc’k, mamma Rai ha trasmesso per dieci, splendidi minuti,alcuni video dell’immenso, quanto magico, archivio Teche. Dieci minuti di Da Da Da, come il titolo new-wave dei teutonici Trio, e come, appunto, il programma televisivo amarcord in onda su Rai1 dal 25 dicembre 2009 in diverse fasce orarie, variabili a seconda della stagione. Un format nato sulla scia di Supervarietà, anch’esso scritto e ideato dall’ex capostruttura di Rai1 Paolo De Andreis, che mostra immagini, ritratti, foto, filmati, clip e video-frammenti di un’Italia che non c’è più.

Share