Autore: Giorgio Castriota Santa Maria Bella

“DEUS DECIPIT PRIUS QUEM VULT DAMNARE” (GIOVE FA PRIMA USCIR DI SENNO COLUI CHE POI VUOL PORTARE ALLA ROVINA)

Questo detto latino ci sembra si attagli perfettamente al’ ignavia che fino ad ora ha caratterizzato i governi Occidentali, segnatamente il nostro, nei confronti della situazione della Libia.

A poche ore di navigazione dalle coste siciliane, grazie al caos che regna in Libia, si sta concretizzando uno stato islamico ferocissimo.

Fino ad ora i Governi europei, segnatamente il nostro, non hanno dimostrato con i fatti di essere consapevoli del mortale pericolo che ci sovrasta.

L’ ISIS, infatti, ha un programma molto chiaro: dalle basi libiche e del Medio Oriente si prefigge l’ invasione dell’ Europa per islamizzarla servendosi del numero.

Share

“Epater les bourgeois” (= far colpo sulla gente)

I nostri reggitori credono, evidentemente, che gli convenga utilizzare termini di altre lingue (melius se la lingua è l’inglese perchè suona “più tecnico”) per impressionare i giornalisti e gli elettori.
Di qui i termini “job act” (in italiano” legge per l’occupazione”) e “spending review” (=revisione della spesa). Il che dimostra una mentalità provinciale di bassissima lega.

Share

LA MANCANZA DI PROTEZIONE DEI CITTADINI ITALIANI ALL’ESTERO DA PARTE DELLO STATO

Il ” peso” di uno Stato nei fori internazionali si misura non solo, ovviamente, in base alla forza economica dello stesso ma anche all’atteggiamento che assume ogni qualvolta siano coinvolti gli interessi, maggiori o minori, del paese e i propri cittadini.
Sotto questo secondo aspetto l’Italia è carente talora in maniera eclatante.

Share

DUE VASCELLI I CUI TIMONIERI SI STANNO RIVELANDO, A VARIO TITOLO, DEGLI INCAPACI. IL CASO GRECO

Il vascello governativo greco è stato condotto fino ad ora nel pelago del problema del debito dell’Ellade in maniera estremamente maldestra.

Invece di dare l’impressione ai propri interlocutori di voler affrontare con la dovuta serietà il gravissimo problema Tsipras ed il suo ministro dell’Economia si sono comportati come se si trovassero a negoziare in un mercato medio-orientale esibendosi in tenute spavalde valide, forse, per comizi dell’estrema sinistra.

Share

QUALCHE INFORMAZIONE A PROPOSITO DELL’ISLAM

Molti in questi giorni sostengono che il vero Islam è una religione di pace.
Non è, perciò, del tutto inutile ricordare, per amore della verità, alcune cose a questo proposito.
Maometto (N.B. il fondatore di questa fede), dopo la vittoria del 627 d.C. a Medina nella c.d.” Battaglia del fossato” sulla federazione composta da Beduini, appoggiati dagli Ebrei e dai c.d. Ipocriti, fece decapitare tutti i maschi adulti dell’ultimo clan di Ebrei rimasto in città, quello dei Quaryza.

Share

LO SCONTRO DI CIVILTA “IN ATTO”

“Bellum ita suscipiatur ut nihil aliud nisi pax quaesita videatur”
(S’intraprenda la guerra in modo che appaia che non si cerca altro che la pace;Cicerone,Off.,1,21,80);
“Si vis pacem para bellum” (Se vuoi la pace prepara la guerra; Vegezio ; Epitome rei militaris, 3)
Ci è sembrato opportuno citare due frasi latine perchè le riteniamo non solo molto sagge ma di grande attualità.
Come previsto già anni fa da illustri studiosi e, modestamente anche da chi scrive, lo scontro tra una parte dell’Islam e l’Occidente è iniziato.
Trova le sue motivazioni non solo nell’ideologia ma anche nello stato di disordine politico in cui versano molti paesi del Nord Africa, del Medio Oriente e dell’Africa Sud Sahariana. Il che fa sì che una parte di quelle popolazioni cerchino una migliore prospettiva di vita in Europa.

Share

LA POLITICA DI DUEMILA ANNI FA, DESCRITTA NELLA “CONGIURA DI CATILINA” DI SALLUSTIO NON È DISSIMILE DA QUELLA ODIERNA IN ITALIA

“Tra i politici.. non trovai senso d’onore ma impudenza, non probità ma corruzione, non rettitudine ma avidità” (v.”La congiura di Catilina”, III, 4).
-“I re hanno in sospetto le persone di valore più che le nullità e le doti morali li mettono in apprensione” (v.ibidem VII,1,2) .

Share

SIMILITUDINI TRA LE INVASIONI BARBARICHE DL V°-VI ° SECOLO D.C. E L’ATTUALE FLUSSO DI FUGGIASCHI DALL’AFRICA E DAL MEDIO ORIENTE

La storia -si dice a giusto titolo- in genere non si ripete.
Alcuni fenomeni, tuttavia, hanno connotazioni simili e le conseguenze degli stessi possono essere anch’esse -mutatis mutandis- analoghe.
Le popolazioni germaniche (Goti, Burgundi,Sassoni, Franchi etc), da tempo.
insediatesi lungo i confini dell’Impero Romano, anche in virtù di patti speciali conclusi con le autorità dell’Urbe, nei secoli sopra citati, sotto la spinta degli Unni, si spinsero all’interno dell’Impero e, favoriti dalla confusione politica che vi regnava, determinarono il crollo dell’impero romano d’Occidente.

Share