Autore: Ernesto Pedrocchi

LA FONTE NUCLEARE DOPO FUKUSHIMA: PAURE E TIMORI, DATI DI FATTO, E REALTA’ OGGETTIVA

La fonte nucleare, a differenza delle fonti di energia rinnovabili, non si presenta bene: non è intuitiva, non è macroscopicamente sperimentabile, è molto complessa e tutta la sua gestione è riservata solo a una casta di superesperti, inoltre è nata male (le bombe nell’agosto del 1945 sul Giappone) e gli effetti nocivi delle radiazioni possono essere non immediati, anzi possono essere molto posticipati (una specie di nemico invisibile). Per questo la fonte nucleare è poco accettata dalla pubblica opinione e i mass media hanno poi fortemente contribuito a denigrarla e demonizzarla molto spesso senza conoscerla.

Share

La politica energetica in Italia

Sono attualmente in discussione al Senato due disegni di legge (AS. n 786 e 691) relativi a provvedimenti nel settore energetico ambientale che prefigurano quella che potrebbe essere la politica energetica dell’Italia per il futuro. Forse i politici non hanno…

Share

Stima delle vittime da radiazione di Chernobyl

In questi giorni a vent’anni dall’incidente di Chernobyl si è riaperto il dibattito sugli effetti sanitari dell’esposizione alle radiazioni. E’ stato pubblicato un rapporto “Chernobyl: la vera dimensione dell’incidente” (vedere il sito www.who.int/en Chernobyl Forum). Lo studio è stato elaborato…

Share