Autore: Enzo Palumbo

Rosatellum-bis, come se ne esce?

L’attuale Parlamento, eletto, anzi nominato dai capi dei partiti nel 2013, dopo avere approvato nel 2015, con tre inammissibili voti di fiducia, la legge elettorale denominata, con qualche contorsione di genere, “italicum”, e poi dichiarata parzialmente incostituzionale all’inizio di quest’anno, ci ha ora regalato, tanto per non smentire le sue origini e il suo incerto latino, una nuova legge elettorale, il c.d. “rosatellum-bis”, a forte odore d’incostituzionalità, sia nell’iter legislativo, perché approvata con ben otto voti su altrettante questioni di fiducia poste dal Governo, sia nel merito, perché viola gravemente tutte le norme costituzionali che presidiano il voto degli elettori, che deve essere «personale ed eguale, libero e segreto» (art. 48, comma 2, Cost.) oltre che «universale e diretto» (art. 56, comma 1, e 5, comma 1, Cost.).

Share

LA LEGGE ELETTORALE, TRA RAPPRESENTANZA E GOVERNABILITA’

…Nell’età classica, greca e romana, invece, il concetto di rappresentanza politica (e cioè collettiva) non esisteva, mentre era ben presente il concetto di rappresentanza individuale-privatistica: i campi sociali erano ristretti, essendo molto limitato il numero dei cittadini che avevano pienezza di diritti, e quindi le scelte della polis, quelle cioè “politico-legislative” avvenivano in modo diretto, nella piazza (agorà) tra i pochi che vi avevano accesso, mentre le scelte esecutive venivano delegate direttamente dai cittadini ai magistrati…

Share

TAXATION WITHOUT (ANY POSSIBLE) REPRESENTATION IN EUROPEAN PARLIAMENTS

Ralf Dahrendorf Roundtable” – Roma 08.04.2014 – “Taxation without (any possible) representation in European Parliaments”
Il tema della nuova legge elettorale impegnerà certamente il dibattito politico nelle prossime settimane.
Penso quindi che possa essere di qualche interesse la lettura dell’allegata relazione, che ho svolto in occasione della tavola rotonda in oggetto, organizzata da ELF (European Liberal Forum), con la partecipazione di studiosi della materia, italiani e stranieri.

Share