Autore: Claudio Romiti

IL NORD PRODUTTIVO SI RIFIUTA DI SEGUIRE LA LINEA DEL GOVERNO

Con gran parte dell’Europa che sta gradualmente tornando ad una relativa normalità, era inevitabile che il Nord produttivo del nostro Paese reclamasse a gran voce la fine di un autolesionistico blocco totale dell’economia.

In questo senso, dopo aver seguito con estremo rigore la linea, a mio avviso folle, dello “stare tutti a casa” imposta dal Governo centrale, i governatori di Veneto e Lombardia si sono fatti portavoce del drammatico grido di dolore proveniente da ogni parte del loro vasto tessuto produttivo.

Share

IL GRANDE FRITTO MISTO PER LA SVOLTA DEL NULLA

Matteo Renzi ha gettato la maschera. Ascoltando la sua conferenza stampa della “svolta” sono rimasto letteralmente basito, sebbene in parte mi aspettassi una buona dose di televendita politica. Tuttavia, il contrasto tra la realtà fattuale dei provvedimenti economici presentati dal premier e ciò che lo stesso sbandierava compiaciuto è stato troppo stridente. La tangibile sensazione è che ci troviamo di fronte ad uno spregiudicato uomo politico il quale, nascondendosi dietro l’ipocrisia “del ci metto la faccia”, si permette il lusso di giocare d’azzardo con le residuali speranze di un Paese in grave difficoltà. Altro che impressionanti riforme strutturali.

Share