Autore: Alessandro Di Simone

La raffica che sconfigge il tifone

Dopo una interminabile fase di valutazione, fatta di continui rinvii e di silenzi stampa, la vittoria nella “commessa del secolo” indiana ha sorriso al caccia francese Dassault Rafale (Raffica). Alla MMRCA (medium multi-role combat aircraft), tender del valore di 20 miliardi di dollari, hanno partecipato i più importanti costruttori aeronautici a livello globale.

Finlandia, terra di conquista

L’Europa nord-orientale sta sempre più assumendo il ruolo di frontiera geopolitica fra i due blocchi storicamente contrapposti, che hanno lasciato alle spalle il (breve) idillio cooperativo della fine del secolo scorso per dare inizio ad una nuova fase competitiva. Rispetto al rigido e burocratico frontiera, sarebbe più corretto parlare di marca, termine dalla sfumatura medievale che restituisce meglio l’indeterminatezza di zone di influenza sovrapposte e la confusa giustapposizione di poteri e vincoli geostrategici.

WTO? No, grazie

L’ingresso della Federazione Russa nel WTO (Organizzazione Mondiale del Commercio) è stato ufficializzato il 16 dicembre 2011, a conclusione del negoziato di adesione più lungo nella storia dell’istituzione ginevrina. Sin dal 1993, pochi mesi dopo lo scioglimento dell’Unione Sovietica, vennero avviate le trattative fra il gigante eurasiatico e l’Organizzazione, ma queste avanzarono lentamente sia a causa della difficoltosa transizione del Paese verso un’economia di mercato, che per motivazioni politiche (da ultimo, il conflitto con la Georgia e il conseguente irrigidimento del Paese transcaucasico, giunto a minacciare il veto all’ingresso della Federazione nel sistema).