Premio Controcorrente Luca Hasdà 2017 a Nicola Rossi e alla memoria a “Claudio De Albertis”

Il Premio “Controcorrente Luca Hasdà” 2017 è stato assegnato a Nicola Rossi  e alla memoria a Claudio De Albertis.

Il premio è stato assegnato sabato 14 ottobre 2017 all’Umanitaria di Milano, nel corso dell’incontro pubblico “Ridurre le tasse per rilanciare la crescita” organizzato da l movimento de “I Liberali” con il giornale on line “Cartalibera”, diretti da Edoardo Croci. All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, Nicola Rossi, Carlo Scognamiglio, Benedetto Della Vedova, Stefano Parisi, Oscar Giannino.

Nicola Rossi, professore ordinario di Economia politica a Roma Tor Vergata, è presidente del think tank liberale Istituto Bruno Leoni. Ha ricoperto il ruolo di deputato e senatore. E’ presidente del Consiglio di sorveglianza della Banca popolare di Milano.

Il premio, assegnato annualmente dalla redazione del giornale on line Cartalibera vuole ricordare  la figura anticonformista del giovane politico liberale Luca Hasdà, scomparso 21 anni fa. È dedicato a chi si è maggiormente “distinto per la capacità di operare in modo etico e socialmente utile, anche a costo di scontrarsi con interessi e poteri consolidati”.

A 22 anni dalla scomparsa di Luca Hasdà – ha dichiarato Edoardo Croci, presidente nazionale de “I Liberali” e direttore di Cartalibera – il senso delle istituzioni e la cultura di mercato che hanno contraddistinto la sua azione sui banchi di Palazzo Marino risultano sempre più necessari e attuali. Oggi, con l’assegnazione del premio “Controcorrente Luca Hasdà” a Nicola Rossi e alla memoria a “Claudio De Albertis” diamo un riconoscimento a chi continua a dare e ha dato un contributo intellettuale fondamentale all’affermazione dei valori liberali“.

Queste le motivazioni del premio: “Nicola Rossi ha ricoperto importanti ruoli istituzionali e scientifici, senza mai rassegnarsi a portare un contributo di idee innovativo e spesso distonico con quello dell’establishment. La sua recente proposta di flat tax, avanzata come presidente dell’Istituto Bruno Leoni, si inserisce pienamente nel solco del pensiero liberale riformatore ed ha avuto il merito di aprire un dibattito su un tema tabu’ nel nostro Paese” “Claudio De Albertis, ingegnere, imprenditore – scomparso l’anno scorso, ha sempre accompagnato il lavoro nell’azienda di famiglia con l’impegno per la cultura, la società e la politica, offrendo una straordnario contributo come presidente della Triennale di Milano. Da sempre liberale, spesso controcorrente, non ha mai esitato da presidente di Assimpredil e di ANCE a criticare i punti deboli della sua categoria a favore di competitività e qualità.”

Il premio è stato assegnato negli scorsi anni a: Alessandro Ortis, Piero Ostellino, Angelo Panebianco, Mauro della Porta Raffo, Magdi Allam, Livio Caputo, Bernardo Caprotti, Fiamma Nirenstein e Souad Sbai, Oscar Giannino, Mario Cervi, oltre che all’Istituto Bruno Leoni e “alla memoria” a Renato Altissimo ed Egidio Sterpa.

QUI la registrazione dell’evento.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *