Un’attentato dopo l’altro farà crollare l’Europa?

attacco-alla-manchester-arenaLa serie di terribili attentati di matrice islamica che si susseguono in Europa rischia di distruggere le capacità di resistenza psicologica delle nostre popolazioni e, per conseguenza, delle forze governative europee.

L’ultimo, a Manchester, è emblematico.

Il Regno Unito è stato, infatti, fino ad ora, molto tollerante verso la minoranza di fede maomettana tanto da concedere alla stessa l’utilizzo, in vari settori, di norme ispirate al Corano.

Il sindaco di Londra è un mussulmano.

La tolleranza e le possibilità di condure un tenore di vita non del tutto cattivo (certo migliore di quello dei paesi d’origine) non sono, evidentemente sufficienti.

Il fanatismo di matrice islamica si alimenta della convinzione che l’Occidente viva nel peccato perché non riconosce la vera fede e, per conseguenza, deve essere punito onde indurlo alla conversione.

Chi si sacrifica per fare prevalere l’Islam è destinato al paradiso.

Il flusso ininterrotto di profughi dall’Africa e dal Medio Oriente accrescerà, nei prossimi anni, il rischio di attentati.

Se i Governi occidentali non uniranno le loro forze per eliminare “all’origine” le cause dei flussi di profughi la situazione non potrà che peggiorare perché, in genere, grazie al numero ed al fanatismo si vince.

Contemporaneamente è indispensabile far comprendere ai residenti provenienti dai paesi islamici che “devono” rispettare le nostre leggi ed i nostri modi di vita, ovviamente quelli onesti e democratici, pena l’espulsione.

E’ finita, secondo noi, l’era del buonismo a tutti i costi specie ad opera dei “radical chic”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *