Un nuovo Governo o lo stesso sotto mentite spoglie?

matteo-renzi-e-paolo-gentiloni-si-scambiano-la-campanella_1035719Il nuovo Governo appare, in larga misura, simile al precedente.  Evidentemente le forze renziane sono riuscite ad inserire nel nuovo Esecutivo elementi del precedente anche se gli stessi non avevano dato grandi prove di sé. Solo per fare qualche esempio: la Boschi, la titolare del Ministero della Pubblica Istruzione, il Prof Padoan e si potrebbe continuare. Come alcuni commentatori hanno osservato si è trattato, in sostanza, di un cambiamento solo di facciata. La situazione del paese richiederebbe, purtroppo, un ben diverso approccio.

Le scadenze economiche ed internazionali esigerebbero un Esecutivo di un buon livello e che fruisse dell’appoggio della maggioranza delle forze politiche. Il che non è.

Appare chiaro che la fedeltà all’ex- Premier è stata l’elemento determinante nella cernita dei Ministri e dei Sottosegretari.

Avremmo sperato in un Esecutivo di alto profilo ma occorre dire che, probabilmente, le (non molte, peraltro) personalità all’altezza in circolazione difficilmente avrebbero accettato l’incarico in un Governo a scadenza.

Il Governo Gentiloni incontrerà, pertanto, con molta probabilità, non poche difficoltà sul suo cammino.

Speriamo “vivamente” di sbagliare.

Al nuovo Primo Ministro ci piace ricordare l’esortazione che si poteva leggere nell’architrave nella Sala Maggiore del Palazzo dei Rettori di Ragusa :”Oblivi privatorum, publica curate” (=”DIMENTICATE I VOSTRI AFFARI, ABBIATE CURA DEL BENE PUBBLICO”).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *