NIHIL SUB SOLE NOVI (=Niente di nuovo sotto il sole)

Ci sono alcune situazioni storiche che, anche se con modalità diverse, sostanzialmente si ripresentano.

L’Europa nel nel XIV ° secolo vide l’espansione dell’impero ottomano e dell’Islam nei Balcani; nel XVI ° secolo fu minacciata seriamente nel secondo assedio di Vienna del 1529 e in occasione dello scontro navale di Lepanto del 1571.

L’unità delle potenze cristiane consentì di resistere e vincere.

Attualmente si assiste ad un’espansione dell’Islam in Europa non tramite eserciti regolari bensì attraverso attentati suicidi perpetratati da immigrati.

Questa strategia è altrettanto se non piu’ pericolosa di quella dei secoli scorsi stante il numero di Mussulmani (vari milioni) che risiedono in Europa e che spesso dissimulano il loro fanatismo.

Le forze politiche occidentali solo dopo gli attentati in Francia sono, forse, consce del pericolo ma la zavorra culturale di matrice marxista costituisce ancora un freno all’adozione di provvedimenti adeguati alla gravità dell’attacco.

Se non si cercherà di mettere ordine nell’Africa settentrionale e centrale il flusso dei disperati, tra i quali è probabile che s’infiltrino dei Jihadisti, non si esaurirà .

Avremmo la guerriglia nelle nostre contrade?

Per fortuna il pericolo dell’adesione della Turchia, auspicata fino a qualche tempo fa dalla furbetta Cancelliera tedesca, sembrerebbe allontanarsi. Altrimenti altri milioni di Mussulmani sarebbero arrivati sui nostri lidi. e saremmo stati circondati.

In conclusione per cercare di sopravvivere occorre uno sforzo unitario dell’Europa intera non disprezzando l’aiuto di Mosca che ha in patria problemi notevolissimi con la minoranza mussulmana giacché “i nemici dei miei nemici sono miei amici “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *