L’Islam attacca ovunque dove può

indonesia-attacchi-sito-copSe si esaminano gli avvenimenti di questi mesi con occhio acuto appaiono evidenti alcuni elementi:

  • il diffondersi degli attacchi degli integralisti a tutti gli oppositori;
  • ìl fanatismo degli attentatori, “a prescindere” dal livello socio-culturale degli stessi;
  • la cesura esistente tra Sunniti e Sciiti che, peraltro, non fa scemare complessivamente il numero degli attacchi;
  • la non riduzione del flusso dei profughi dall’Africa e dal Medio-Oriente verso l’Europa;
  • l’assenza di una politica efficiente in materia ad opera dei Governi occidentali (Stati Uniti compresi).

Occorre dar atto al Governo Italiano di aver posto chiaramente il problema della necessità di uno sforzo coordinato dell’Occidente ma, fino ad ora, sembra una “vox clamantis in deserto”.

Ad accrescere la preoccupazione sull’avvenire c’è la presenza in Europa di milioni d’immigrati di fede islamica.

Che succederebbe se il fanatismo si diffondesse tra di loro? Avremmo uno stato di guerriglia urbana in tutti i principali paesi europei? L’islamizzazione dell’ Europa a quel punto inizierebbe ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *