Armiamoci e, forse, partiremo

isis-italia-guerra-libia-ultime-notizie-defaultSembra questa la tacita parola d’ordine dei vari Governi occidentali in relazione alla gravissima situazione del Nord Africa.

Tutti paiono ormai sempre più convinti della necessità di un intervento armato ma pochi hanno deciso di farlo in maniera massiccia e coordinando le forze.

Sembrano cioè attendere che gli altri facciano il primo passo. Per ora ci si limita ad inviare dei commando.

Gli Stati Uniti mostrano di essere i meno interessati dato che hanno chiesto al nostro paese di guidare l’eventuale coalizione indicando perfino l’ammontare del nostro contingente come si fa con i paesi vassalli e dichiarando, comunque, che il loro intervento sarebbe stato aereo anzi solo con i “droni”.

Gli attacchi aerei sono utili ma non essenziali quando si ha a che fare con formazioni di guerriglieri e, spesso, provocano vittime innocenti fornendo in tal modo, indirettamente, un sostegno all’ISIS.

In quadro molto complesso, dove gli interessi delle varie formazioni libiche sono contrastanti (ad es. il controllo degli enormi capitali libici ufficiali frutto delle entrate derivanti dagli idrocarburi che si trovano depositati all’estero) possono giuocare un ruolo determinante – se bene impiegati – i servizi segreti.

Questi, però, non dovrebbero agire ciascuno per conto proprio ovvero quelli francesi, quelli britannici, quelli italiani etc. e prefiggendosi esclusivamente obiettivi nazionali.

Certo è una partita difficilissima da giuocare ma solo agendo di comune accordo si può sperare di conseguire qualche risultato. Altrimenti c’è il rischio che le varie fazioni libiche continuino a combattersi tra loro finchè non prevarrà la più agguerrita e fanatica cioè l’ISIS ed allora saranno altri guai per l’Europa segnatamente per il nostro paese.

Quel che spaventa a questo proposito ci sembra l’assenza di veri statisti a capo dei governi europei e la scarsa concordia tra i reggitori.

Vale rammentare a questo riguardo il monito di Tacito “Rebus turbatis malum extremum discordia”(v.Ann.4,50,I = “nelle civili agitazioni l’estremo male è la discordia”).

1 comment for “Armiamoci e, forse, partiremo

  1. 17 marzo 2016 at 03:50

    Kupajla is the name given to the celebration of dark forces consumed by the strong summer sun. When I learned how to really work magic, program crystals (crystal
    magic), and the power of intention (predicated upon the Law of
    Attraction) I used all of the above to ask for and receive (to my great amazement) my ultimate Soul Mate,
    my wife. No wonder young people today hear the Irving Berlin song “Easter Parade”
    and have no idea what it means. Kore corresponds to the goddess Freya
    or Frigg who is the only female deity who has
    a day of the week named in her honor. In the 1870s, the tradition of the New York Easter
    Parade began, in which women decked out in their newest and most fashionable clothing walked between the beautiful gothic churches
    on Fifth Avenue. This guide provides a handy go-to list of four seasons of
    lesson plans for you to explore with your students. This dress
    will take the spotlight at Easter dinner, at the office, at a cocktail party, or even at a spring or summer wedding.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *