In morte di Valerio Zanone

valerio-zanone-fotogramma-kXAH--258x258@IlSole24Ore-WebLa morte di Valerio Zanone riporta alla memoria accadimenti e persone davvero lontani.
Lotte interne al vecchio Partito Liberale, vicende governative poco felici, nomi oggi dimenticati (Giovanni Goria, per dire? Chi era costui? Chi era questo signore nel cui gabinetto Valerio ha lavorato? Mah.)
Ricordo le prime apparizioni congressuali del Nostro, quando, per assonanza, lo si avvicinava a Zenone di Elea, certo anche facendo, in seconda battuta, riferimento ai suoi studi.
L’ho ascoltato non condividendo il suo ‘tradimento’ (tale mi appariva, che ci posso fare?) nei confronti di Giovanni Malagodi, il ‘nume’ liberale.
Ho cercato nei successivi anni un confronto epistolare (e chissà dove diavolo sono finite le nostre lettere?) mai approdato ad altro che a un reciproco rispetto.
Poi, come capita, l’ho perso.
Adesso, ora, il ricordo va a quella mattina, nella memoria, primaverile, di all’incirca quarant’anni fa, a Roma, al Caffè Greco.
Con Piero Chiara e il sottoscritto, Valerio, al banco, beveva un caffè.
Un bel numero di cucchiaini di zucchero, ebbi a notare.
“Dicono che lo zucchero sia cancerogeno”, mi venne, chissà perché?, da dirgli.
“La vita è cancerogena”, fu la sua lapidaria replica.
Aveva ragione!

5 comments for “In morte di Valerio Zanone

  1. 20 febbraio 2016 at 20:57

    Good day! Do you know if they make any plugins to help with SEO?
    I’m trying to get my blog to rank for some targeted keywords but I’m not seeing very good results.
    If you know of any please share. Many thanks!

  2. 20 febbraio 2016 at 05:04

    There is definately a great deal to learn about this subject.
    I like all the points you have made.

  3. 19 febbraio 2016 at 08:08

    Nice post. I learn something totally new and challenging on sites I stumbleupon everyday.
    It’s always interesting to read articles from other writers and use a
    little something from their websites.

  4. CESARE PREVEDINI
    12 gennaio 2016 at 16:14

    Non c’é che dire proprio un bel articolino…!
    Colto, intelligente e generoso: specialmente quel riferimento allo zucchero cancerogeno!
    Ma, a parte che la firma riporta la responsabilità delle sue misere parole a chi l’ ha scritto, che é penoso chiamare “sobrie”, come nell’ astioso commento di Paolo Favini, devo rilevarne l’ inopportunità e anche la assoluta mancanza di attenzione che ha avuto anche chi l’ha pubblicato…

  5. Paolo Favini
    12 gennaio 2016 at 01:41

    Condivido totalmente il sobrio ricordo di Valerio Zanone, sedicente liberale col quale non ho condiviso quasi nulla, non tanto il tradimento verso Malagodi, che si tradì da solo portando Valerio alla segreteria al Congresso di Napoli, quanto una concezione riduttiva e perdente del liberalismo. Sono tra quelli che al congresso di Firenze si recarono con la Coccarda LIB-LIB , in netta opposizione alla politica del lib-Lab sostenuta da Valerio e .subita da Malagodi.
    Anche per me fu reciproco rispetto, ma scontro politico interno, sulle idee, con una testimonianza costante che esercitai anche in Direzione Nazionale GLI, insieme all’amico Tommaso Francavilla, in un confronto amichevole ma franco verso la segreteria dell’amico Patuelli.
    Ed a distanza di tanti anni resto convinto della bontà delle idee di un liberalismo, che si adatta ai nuovi tempi, ma resta più vicino a Milton Friedman e Ronald Regan che alla svolta del lib-Lab.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *