Le ricette liberali unica via per la crescita dell’Italia

grande

“Solo le ricette liberali possono riportare ad una crescita duratura dell’Italia. E’ necessaria una drastica riduzione del peso del settore pubblico nell’economia e nella società, riducendo tasse e spesa pubblica e riavviando privatizzazioni e liberalizzazioni. L’incontro di oggi a Milano ha un significato particolare anche in vista delle prossime elezioni amministrative del Comune di Milano: ci vuole un sindaco espressione di valori liberali e civici.” – ha dichiarato Edoardo Croci, presidente de “I Liberali” all’incontro dello scorso sabato in Triennale dal titolo più che evocativo: “La Rivoluzione Liberale: come farla”. La giornata, aperta dal presidente della Triennale Claudio de Albertis ha visto la partecipazione di oltre 150 persone in rappresentanza della galassia liberale italiana e milanese.

L’incontro, che è stato l’occasione per analizzare sotto la lente liberale i problemi che affliggono Milano e più in generale il Paese, ha visto anche la presentazione del volume “La rivoluzione liberale: come si fa”, un vero e proprio ricettario liberale, curato da Carlo Scognamiglio Pasini e Enrico Musso. Il taglio della burocrazia e della spesa pubblica nei vari settori dell’economia rappresentano la condizione di partenza per sperare in un rinnovato sviluppo del nostro Paese: questa la tesi alla base del libro. Di particolare interesse i contributi ospitati nel volume edito da De Ferrari, fra cui segnaliamo quelli di: Renato Altissimo, , Edoardo Croci, Arturo Diaconale, Alberto Mingardi, Enrico Musso, Piero Ostellino, Carlo Scognamiglio Pasini, Paola Severino, Carlo Stagnaro, Guido Tabellini, Giuliano Urbani.

Hanno partecipato alla discussione sulle riforme liberali possibili Gabriele Albertini, Stefano Dambruoso e Oscar Giannino che ha posto l’accento sulla necessità di ritrovare maggiore pragmatismo nell’azione politica di chi si riconosce nei valori liberali.

Particolarmente significativa, in chiusura l’assegnazione del premio “Controcorrente Luca Hasdà” 2015 alla memoria di Renato Altissimo e Egidio Sterpa che è stato ritirato dai famigliari Andrea Sterpa e Carola e Barbara Altissimo.

Vale la pena di ricordare come Renato Altissimo, segretario del PLI, ed Egidio Sterpa, vicesegretario, siano stati interpreti di una stagione di riforme liberali rilevanti, tra cui le grandi privatizzazioni delle società pubbliche.

Il premio, assegnato annualmente dalla nostra redazione vuole ricordare  la figura anticonformista del giovane politico liberale Luca Hasdà, scomparso 20 anni fa. È dedicato a chi si è maggiormente “distinto per la capacità di operare in modo etico e socialmente utile, anche a costo di scontrarsi con interessi e poteri consolidati”.

“A 20 anni dalla scomparsa di Luca Hasdà – ha dichiarato Edoardo Croci, presidente nazionale de “I Liberali” e direttore di Cartalibera – il senso delle istituzioni e la cultura di mercato che hanno contraddistinto la sua azione sui banchi di Palazzo Marino risultano sempre più necessari e attuali. Oggi, con l’assegnazione del premio “Controcorrente Luca Hasdà alla memoria di Renato Altissimo ed Egidio Sterpa, che consegniamo alle loro famiglie, ricordiamo due figure che sono state punti di riferimento per il mondo liberale. Ci mancherà il loro continuo stimolo con proposte e idee sempre rivolte al futuro e alla necessità di far compiere all’Italia quella svolta liberale da troppi auspicata, ma mai pienamente realizzata.”
Gli scorsi anni il premio era stato assegnato a: Alessandro Ortis, Piero Ostellino, Angelo Panebianco, Mauro della Porta Raffo, Magdi Allam, Bernardo Caprotti, Fiamma Nirenstein e Souad Sbai, Oscar Giannino, Mario Cervi, Istituto Bruno Leoni, oltre che alla memoria a Edgardo Sogno.

 Per vedere il video dell’incontro clicca QUI

Per ascoltare la registrazione completa dell’incontro clicca QUI

Share

6 comments for “Le ricette liberali unica via per la crescita dell’Italia

  1. 20 marzo 2016 at 16:10

    If I have the guts to quit my job .

  2. 19 marzo 2016 at 16:25

    Leave me alone !

  3. 29 febbraio 2016 at 11:50

    Which is a great tip particularly to individuals new to the blogosphere.
    Brief but very accurate info? Thanks for sharing this particular one.
    Absolutely essential read article!

  4. 21 febbraio 2016 at 00:04

    Hi there! I could have sworn I’ve been to this site before but
    after checking through some of the post
    I realized it’s new to me. Anyhow, I’m definitely happy I found it and I’ll be book-marking and checking back frequently!

  5. 20 febbraio 2016 at 15:13

    A person necessarily lend a hand to make critically posts I might state.
    That is the first time I frequented your web page and thus far?
    I amazed with the analysis you made to make this actual put up incredible.
    Wonderful job!

  6. 19 febbraio 2016 at 13:12

    I am actually delighted to read this weblog posts which includes
    lots of helpful facts, thanks for providing these information.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *