Mese: maggio 2015

IL TRIONFO DI CAMERON E LE DIMISSIONI DEGLI SFIDANTI: UNA LEZIONE PER L’EUROPA

Dopo la vittoria di Cameron una cosa è certa: i sondaggisti sbagliano, e non solo in Italia. Incrociando dati e sottoponendo l’elettorato a rilevamenti, gli esperti avevano avvisato che nel Regno Unito la governabilità era a rischio. Secondo quanto riportato fino a poche ore prima dell’apertura dei seggi sembrava che ci sarebbe stato un pericoloso pareggio: i sondaggi ci avevano fatto credere che il Regno Unito stesse attraversando una crisi di identità culturale e politica che si sarebbe concretizzata in una parcellizzazione del parlamento.

Share

SOUTHERN STRATEGY

Terminata che fu, nel 1865, la Guerra di Secessione, all’incirca per una ventina d’anni gli Stati ex confederati del Sud furono governati dai cosiddetti ‘borboni’, definizione loro attribuita con riferimento ai reali di Francia che, di nuovo al potere dopo Napoleone, tentarono di ritornare tout court al precedente regime quasi che gli avvenimenti dei decenni precedenti non avessero avuto luogo.

Share

BREVE STORIA DELLE ELEZIONI AMERICANE

Cinquanta semidei – Dal 1789 – anno nel quale fu per la prima volta eletto George Washington – al 1820 incluso, la contesa per la conquista della Casa Bianca ebbe luogo nell’ambito di un ristretto gruppo di gentiluomini tutti bene o male appartenenti alla vecchia aristocrazia americana.
Persone che avevano compiuto pressappoco il medesimo percorso, prima di tutto culturale, le quali si contrapponevano su basi ideali nell’intento di costituire e in seguito consolidare le fondamenta del nuovo Stato.

Share

IL NESPOTISMO IN AMERICA

Adam Bellow – figlio del grande scrittore statunitense di origini canadesi Saul Bellow, fra l’altro premio Nobel per la letteratura – qualche tempo fa, ha pubblicato un interessante e, per molti, sorprendente volume intitolato ‘Elogio del nepotismo: una storia naturale’. Nel libro, il giovane Bellow sostiene – andando contro corrente, visto che gli Stati Uniti sono da sempre considerati il Paese della meritocrazia nel quale i pa

Share

EXPO MILANO 2015: LA CERTEZZA DELL’INCERTEZZA DEL POST EXPO

Intervista a cura di orizzontenergia.it – Per la Milano Smart City questo è l’Expo delle occasioni trovate, ma anche di quelle perdute: a parlarcene Edoardo Croci, Presidente di MilanoSiMuove.

A pochissimi giorni dall’inaugurazione di Expo Milano 2015 vi è ancora un grosso interrogativo su ciò che avverrà nell’area dell’esposizione una volta concluso l’evento. L’incertezza sembra regnare e certamente questo non contribuisce a smorzare le perplessità crescenti fra l’opinione pubblica.

Share