Mese: aprile 2015

ALFRED MOSSMAN LANDON, 1936, LA SCONFITTA NEL SUO DESTINO

LandonPortr

9 settembre 1897 – 12 ottobre 1987
1936, alla Casa Bianca siede il democratico Franklin Delano Roosevelt e a novembre, esattamente il 3 di quel mese, sono fissate le elezioni presidenziali.
Difficile davvero per i repubblicani trovare un valido avversario da contrapporre (F.D.R non avrà difficoltà ad ottenere l’investitura dal suo partito, unico rivale del tutto minore essendo in quel frangente l’ex segretario alla guerra Henry S. Breckinridge) al presidente del ‘New Deal’ i cui provvedimenti in campo sociale ed economico il GOP, ovviamente ma con non poche ragioni, disapprovava.

CHI PIU’ SPENDE MENO SPENDE

globe-earth-cash-money1

E’ questo un antico proverbio che ammonisce gli avari.
Per ottenere buoni risultati è opportuno non lesinare nella spesa perchè la buona qualità si paga e a causa di un eccesso di risparmio si rischia di avere risultati modesti se non negativi.

Ci sembra che di fronte all’enorme problema del flusso di profughi dal Nord Africa e dal Medio Oriente i Governi occidentali vogliano disattendere l’esortazione proverbiale sopracitata.

IL FLUSSO IN AUMENTO DI PROFUGHI DALL’AFRICA. CHE FARE ?

Sbarco Profughi Siriani a Brancaleone 30 Settembre 2013

Da circa due anni assistiamo ad un flusso quasi ininterrotto di profughi di varie etnie che dalle coste nord-africane cercano, a bordo di barconi spesso fatiscenti o di gommoni, di raggiungere le nostre coste.
La nostra marina, debolmente coadiuvata da qualche unità di altri paesi dell’Unione Europea, si sforza di prestare aiuto a quei derelitti.
Talora tali sforzi sono coronati da successo. Frequentemente, però, si debbono registrare naufragi con molte vittime.

JEFFERSON DAVIS

President-Jefferson-Davis

Il presidente della Confederazione sudista, con un excursus sulle ragioni giuridiche della secessione
3 giugno 1808 – 6 dicembre 1889
Senatore in rappresentanza del Mississippi, in seguito segretario alla difesa nell’amministrazione Pierce, e quindi dal 1853 al 1857, di nuovo alla Camera Alta tra il 1857 e il 1861, Jefferson Davis fu il massimo assertore del diritto, a suo parere garantito dalla Costituzione USA, dei singoli Stati alla secessione.

ELEZIONI NEL REGNO UNITO: LA RIVINCITA DEGLI INDIPENDENTISTI SCOZZESI

3_fullsize

Il prossimo governo del Regno Unito potrebbe essere deciso dalla Scozia. Il 7 maggio, stando ai sondaggi, dietro a Conservatori e Laburisti si piazzerà lo Scottish National Party, il Partito che questo autunno ha fatto tremare Cameron con il referendum indipendentista. L’SNP, guidato da un’agguerrita Nicola Sturgeon, potrebbe essere l’ago della bilancia nel caso si formasse un governo di coalizione.
David Cameron e Ed Miliband lo hanno capito bene giovedì 2 Aprile durante il confronto TV tra i leader dei sette maggiori partiti britannici. In quella occasione Nicola ha stracciato gli avversari promettendo di abbassare le tasse per le famiglie e di diminuire l’iniquità del dibattito intergenerazionale. Forse a Londra la voteranno in pochi ma la performance televisiva, stando al giudizio degli analisti, consentirà allo Scottish National Party di fare il pieno di voti in Scozia. E questo darà al Partito indipendentista un potere enorme: il governo, senza il suo sostegno, non potrà essere formato.

LA MANIFESTAZIONE DI TUNISI DEL 29 MARZO 2015

social-forum-manifestazione-tunisi-3-1024x768

L’imponente corteo che ha sfilato a Tunisi con la partecipazione di migliaia di Tunisini, soprattutto giovani, di delegazioni governative ai massimi livelli sia europee che di vari paesi mussulmani, è stato un segno molto importante della volontà di molti cittadini del vicino Stato nord-africano, dei principali paesi europei e di alcuni paesi del Medio Oriente di opporsi all’estremismo islamico.
Come scrivemmo il 20 marzo u.s. su questo foglio, per contrastare validamente il pericolosissimo movimento integralista in quelle regioni sarà, tuttavia, non essere avari di aiuti finanziari perchè il sicuro calo delle entrate turistiche, che contribuiscono per il 50 % al P.I.L. della Tunisia, potrebbe favorire il malcontento popolare e, per conseguenza, l’opera di proselitismo degli integralisti.

ULYSSES GRANT: OTTIMO GENERALE, PESSIMO PRESIDENTE

Ulysses_Grant_1870-1880

Ulysses Grant nacque il 27 aprile 1822 e morì il 23 luglio 1885. Fu in carica dal 4 marzo 1869 al 3 marzo 1877.
Le elezioni del 1868 videro l’uno di fronte all’altro il repubblicano Ulysses Grant (Lincoln, dopo averlo visto all’opera durante la Guerra di Secessione al comando di un reparto di volontari dell’Illinois, lo aveva voluto maggior generale malgrado gli Stati Maggiori lo ritenessero un ubriacone e un mangiatore di sigari: “Non mi importa se Grant beve, ditemi quale whisky tracanna e mandatenequalche cassa agli altri generali”, ebbe a dire) e il democratico Horatio Seymour, governatore dello Stato di New York durante il conflitto civile.