Mese: gennaio 2015

LETTERA APERTA AI GRANDI ELETTORI

Quirinale_Roma

Signori,
nei prossimi giorni sarete chiamati a eleggere il Presidente della Repubblica.
Nel proporvi una candidatura eccellente, facciamo appello alla vostra esperienza politica e alla vostra lungimiranza.
L’intellettuale Mauro della Porta Raffo – libero e al di sopra delle parti – è la persona giusta per assumere l’alto incarico.

PROVINCIALISMO POLITICO

20509_1_religion_y_politica1

Il “provincialismo” viene definito nei dizionari (v. ad es. il Devoto-Oli) quale “gusto o costume caratterizzato da una certa arretratezza e ingenuità”.
Dai politici italiani vengono sovente utilizzati termini di altre lingue sia per meglio celare la pochezza dei contenuti che per far colpo sugli uditori e/o gli elettori (= épater les bourgeois).

ANCHE NOI RAPITI, MA LO STATO CI LASCIO’ SOLI

arton24836

Caro ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, gli accadimenti di questi ultimi giorni mi inducono a scriverle quanto segue. Nel 1983, e precisamente il 19 novembre, fui vittima di un rapimento nella nostra casa di campagna assieme a mio figlio, Giorgio Calissoni.
Non starò a descriverle l’orrore di quella prigionia: sempre bendati, con il terrore di essere uccisi, dormivamo legati e all’addiaccio ed eravamo obbligati a marce continue ed estenuanti. Soltanto coloro che hanno vissuto un’uguale sofferenza possono capire.

USA: IL PARTITO DEMOCRATICO

2mff03c

Per quanto non pochi storici affermino che l’attuale partito democratico americano discenda dal partito democratico-repubblicano costituitosi, informalmente dapprima, attorno alla figura di Thomas Jefferson già nel 1792, il partito dell’asino (è appunto la nobile e bistrattata bestia che lo rappresenta) si forma e prende sostanza negli anni Trenta dell’Ottocento con riferimento in specie alla figura e all’azione politica di Andrew Jackson (non per niente, indicato già in occasione dell’elezione del 1828 come ‘democratico’ da Maldwyn Jones nella sua imperdibile ‘Storia degli Stati Uniti d’America’).

“MEMINISSE IUVABIT” (=GIOVERÀ RICORDARSENE – VIRGILIO, ENEIDE 1,203)

belgio

Riscorrendo, spinto dalla vanità, l’elenco dei miei articoli ho, purtroppo, dovuto constare che i tristi avvenimenti in Francia e Belgio (per ora) erano abbastanza facili da prevedere e da molto tempo.
Basterà a tal fine rileggere i titoli di alcuni miei scritti prestando attenzione alle date di pubblicazione e cioè:
“L’illusione di un Islam moderato e le insidie per l’Europa conciliante ” in “L’Opinione delle Libertà ” del 6-10-2006;
“Cristiani in Iraq, popolo dimenticato e perseguitato”- ibidem del 31-1-2009;
“Bernard Lewis :le origini della rabbia mussulmana” – ibidem del 30-5-2009;

BADINI E IL PIEMONTE

Vittorio_Badini_Confalonieri_VI_legislatura

Molti piemontesi, soprattutto del Piemonte Sud (Cuneo, Asti, Alessandria) ricorderanno Vittorio Badini Confalonieri (1914-1993) per i suoi discorsi al teatro Toselli di Cuneo, un appuntamento periodico come quello del ministro liberale Marcello Soleri che fu uno dei suoi riferimenti ideali. Era un oratore raffinato e ironico, l’esatto opposto del politico di oggi. Era controllato nelle parole, fermissimo nelle idee. Avvocato di grido, fu deputato alla Costituente e alla Camera per sei legislature. Fu sempre estraneo alla logica perversa delle raccomandazioni e per questo, quando il clima politico cambiò, non venne confermato nel 1976. Ma non se ne fece un cruccio e con grande dignità tornò a fare l’avvocato come fece Soleri che, cessato il mandato parlamentare. riaprì lo studio a Cuneo.

TENNIS

All-about-the-US-Open-Tennis

19 gennaio 2015: a Melbourne si riparte alla conquista del ‘Grande Slam’
Annotazioni in merito e in nota una breve storia dei quattro tornei e dei loro vincitori. Infine un cenno agli italiani vittoriosi.
Australian Open 2015 in programma a Melbourne a partire da lunedì 19 gennaio.
E’ il primo dei grandi tornei dell’anno.
Tabellone maschile.
La testa di serie targata Stati Uniti d’America meglio posizionata è John Isner, al numero diciannove!!!
E’ profonda e inspiegabile la oramai lunghissima crisi del tennis maschile USA.