Mese: Dicembre 2014

NEGOZI, TORNA LA STRETTA SUGLI ORARI. MA LO SHOPPING FESTIVO PIACE DI PIÙ

Non si comprende la resistenza di alcuni settori del commercio e dei sindacati alla liberalizzazione
Il governo sta mettendo a punto un pacchetto di liberalizzazioni in vari settori, partendo dai servizi postali e dalle parafarmacie. La lenzuolata è stata annunciata la scorsa settimana dal ministro dello Sviluppo, Federica Guidi, che sta curando il dossier. Nel mirino ci sarebbero anche i settori dell’energia, le banche e le professioni.

Share

UBER E LA SFIDA ITALIANA

Uber fa paura.Ha da poco aggiunto Milano alla lista delle città in cui è presente. Opera in 230 città di tutto il mondo.
Alcune delle critiche sono arrivate da parte dei clienti che dicono che il servizio non offre lo stesso livello di sicurezza del taxi, ma le principali lamentale arrivano da tassisti di tutto il mondo che vedono il loro business messo in pericolo.

Share

USA: IL CONGRESSO

Le tredici ex colonie che hanno costituito gli Stati Uniti d’America – per il vero senza che il Rhode Island partecipi – riuniscono nella allora capitale federale i propri delegati al fine di modificare gli ‘Articoli della Confederazione’, quella serie di disposizioni che dovevano servire a regolare i rapporti tra i diversi Stati (una specie di prima Costituzione approvata nel 1777) e che all’atto non funzionavano.

Share

IL (QUASI) SILENZIO E’ D’ORO (PER ALCUNI)

Questo detto popolare – integrato con alcune parole poste tra parentesi da chi scrive – si attaglia alla perfezione, a nostro avviso, agli scandali di enormi proporzioni che negli ultimi anni hanno contrassegnato l’attività di grandi banche statunitensi, britanniche, di alcuni istituti di credito elvetici, tedeschi e giapponesi e di cui la stampa non specializzata, pur non avendo potuto ignorarli, non ha dato (stranamente) il dovuto risalto.

Share

ALESSANDRO ORTIS RICEVE IL PREMIO DI CARTALIBERA

Italia, per la ripresa si parta anche dall’energia. Manca l’armonizzazione dei mercati europei, abbiamo un ruolo naturale per diventare hub tra Europa e Mediterraneo.
“La crisi in Italia? Si riparta anche dall’energia. Per sconfiggere le cause e per riattivare la ripresa: l’Italia ha un ruolo naturale per diventare l’hub del Sud Europa dell’energia, tra Unione Europea e Mediterraneo”. “Per superare la crisi economica in Europa, occorre un “single market” con “single rules” senza differenze tra mercati energetici.

Share