Mese: Novembre 2014

LISTE BLOCCATE, PREMIO DI MAGGIORANZA E SOGLIE DI SBARRAMENTO, TUTTI I GUAI DELL’ITALICUM

Due ore di incontro a Palazzo Chigi e tra Renzi e Berlusconi la “profonda sintonia” sembra un ricordo lontano. Il patto del Nazareno, che ha dato vita all’accordo sull’Italicum, “scricchiola”, rischia di saltare. Il premier propone modifiche al testo e chiede ai suoi di non perdere tempo, vuole l’approvazione della legge elettorale in commissione Affari costituzionali del Senato entro dicembre. L’ex Cavaliere ha paura che, con una legge elettorale diversa dal proporzionale, Renzi decida di andare a elezioni anticipate. Intanto si fa strada l’ipotesi di un dialogo con il Movimento 5 Stelle, soluzione che metterebbe in minoranza Berlusconi. Lo stallo è totale. Il faccia a faccia di due ore a Palazzo Chigi è stato definito da fonti di Pd e Forza Italia un “incontro interlocutorio”, qualche passo avanti c’è stato ma la fumata bianca è ancora lontana.

Share

IL MACCARTISMO PRIMA DI MCCHARTY

Narra la leggenda (notizie senza fondamento enfatizzate dai cosiddetti ‘liberal’) che negli Stati Uniti d’America, terminata la guerra contro Saddam e il suo regime, alcuni tra i più impegnati attori hollywoodiani, in precedenza dichiaratisi apertamente avversi all’intervento in Iraq (in particolare, Susan Sarandon, il marito Tim Robbins e Martin Sheen – anni orsono, protagonista di ‘Apocalypse Now’ ed interprete della serie tv ‘West Wing’ nella quale è un presidente indubbiamente e appunto molto ‘liberal’), si sarebbero trovati ad affrontare una sorta di boicottaggio per il loro atteggiamento considerato ‘antiamericano’.

Share

LA COMETA GERASIMENKO

E’ tutto pronto per l’evento del secolo: mercoledi 12 novembre il modulo Philae della missione Rosetta si depositerà sulla superficie della cometa 67/P Churymov- Gerasimenko, nome quasi impronunciabile dovuto agli scienziati russi che l’hanno scoperta.
Il contatto avverrà nella zona Agilkia, un sito ben illuminato dal sole e situato al centro del corpo celeste.
In sette ore Philae coprirà la distanza di circa venticinque chilometri tra Rosetta e la cometa.
Il primo segnale dell’impatto è previsto per le 18,30 dello stesso giorno.
Agilkia, così come Philae e Rosetta sono nomi facilmente collegabili alla tradizione egizia.

Share

IL BRASILE PERDE AI RIGORI LA PARTITA DEL CAMBIAMENTO

In Brasile è stata lotta all’ultimo voto. E al fotofinish la settima potenza mondiale, ha scelto: Dilma Rousseff è stata eletta presidente per la seconda volta con il 51,4% delle preferenze. Il risultato del ballottaggio è stato incerto fino all’ultimo, ma Dilma – erede di Lula ed ex guerrigliera – ha conquistato il secondo mandato quadriennale. La Roussef ha ottenuto tre milioni di voti in più di Neves, un margine strettissimo per un Paese che conta oltre 146 milioni di elettori. Con questa vittoria sofferta, il Partito dei Lavoratori rischia di rimanere per 16 anni di fila al potere: dal 2002 al 2010 con Lula e dal 2010 al 2018 con Dilma Rousseff.

Share

LA PERSECUZIONE DEI CRISTIANI NEL MONDO

In pratica nel quasi silenzio dei Governi Europei, di Washington e della stampa internazionale nonché -“incredibile auditu”- solo con timidi accenni al problema da parte del Pontefice assistiamo, quasi quotidianamente, a frequenti omicidi, a condanne a lunghi anni di detenzione, a rapimenti di Cristiani e Cristiane in Pakistan, in Siria, Iraq, Africa, Corea del Nord e Cina.

Share

LA PORTA VERSO IL SACRO MONTE

Fine anni Novanta. Autunno. Una di quelle serate da tregenda.
Lampi, tuoni, vento, pioggia scrosciante e, all’improvviso, una lama di luce che, di sbieco, si fa largo tra i nuvoloni: il Maggiore mi appare, se possibile, ancora più bello.
Chissà perché, sono a Laveno e, godendomi appieno lo schiaffo in faccia delle raffiche gelate e umide, in piedi, guardo le acque agitate da sotto la tenda collocata all’esterno di uno dei tanti caffè che aprono i loro battenti sul lungolago.

Share