UBI NON EST PUDOR NEC CURA IURIS, SANCTITAS; PIETAS; FIDES,INSTABILE REGNUM EST

tangenti_original=Dove non c’è pudore nè attenzione al diritto, all’onestà, alla fede quel dominio è instabile. (Seneca, “Thiestes, a.2)

 E’, purtroppo, quel che si evince analizzando la realtà del nostro paese.

Negli ultimi trent’anni la morale pubblica, salve lodevoli eccezioni, non ha fatto che peggiorare.

Gli innumeri casi di corruzione e di concussione, di scarsa efficienza nella cosa pubblica, la presenza di organizzazioni malavitose anche nelle regioni settentrionali dove una volta non esisteva, il lassismo nella pubblica amministrazione, l’evasione fiscale molto diffusa etc. fanno sì che il nostro paese stia arrancando mentre deve competere con paesi dove siffatti elementi negativi sono meno vistosi e dove l’efficienza produttiva è notevole (v. paesi del l’Europa settentrionale, Stati Uniti, paesi del l’estremo Oriente..)

“Il cahier des doléances ” potrebbe allungarsi ma non servirebbe perché si tratta di cose note e “conturbat audientem quod frequenter dicitur” (Aristotile, Top.,5,4) ovvero “annoiano l’ascoltatore le cose troppo ripetute” e chi scrive sta già correndo tale rischio.

La domanda che a questo punto sorge spontanea é la seguente: “E allora cosa si propone per rimediare ?”.

Ovviamente la risposta è molto difficile perchè i settori d’intervento sono innumeri.

Ci pare, però, che occorrerebbe, agendo rapidamente, che il Governo desse quanto prima segnali” inequivocabili e concreti ” di voler cambiare le cose.

A titolo di esempio occorrerebbe:

  • laddove necessario, procedere a punizioni esemplari dei funzionari inefficienti o corrotti;
  • approvare leggi speciali per combattere la malavita organizzata, cancro del Mezzogiorno e, ormai, non solo, dato che tali organizzazioni incutono ai cittadini piu’ timore dello Stato donde la difficoltà in certe aree di trovare chi denunzia o é disposto a testimoniare;.
  • rendere molto piu’ snelle le procedure amministrative e quelle giudiziarie;
  • proibire a magistrati e dirigenti delle forze dell’ordine di esrcitare nelle regioni d’origine onde evitare eventuali condizionamenti ambientali;-
  • ripristinare il sistema in vigore fino agli anni ’60 secondo il quale le promozioni dei magistrati sin dall’inizio della carriera erano subordinate all’esame delle sentenze o di altri atti redatti in un periodo” eguale” per tutti i candidati e non, come avviene ora,per anzianità salvo le posizioni di vertice.

Forse questi primi segnali darebbero coraggio ai tanti cittadini onesti.

“Utinam ” ! (= che così voglia il Cielo).

6 comments for “UBI NON EST PUDOR NEC CURA IURIS, SANCTITAS; PIETAS; FIDES,INSTABILE REGNUM EST

  1. 20 febbraio 2016 at 13:08

    Hi, constantly i used to check web site posts here in the early hours in the daylight, as i enjoy to find out
    more and more.

  2. 19 febbraio 2016 at 21:32

    I am really impressed with your writing skills as well
    as with the layout on your blog. Is this a paid theme or did you
    customize it yourself? Either way keep up the excellent
    quality writing, it’s rare to see a great blog like this one today.

  3. 19 febbraio 2016 at 16:02

    Great post.

  4. 21 luglio 2014 at 19:36

    1abHi. I actually enejoyd reading through your writing!. High standard content. I might advise you to write posts more often. In this way, having such a helpful site I think that you could rank better in the search engines . I also subscribed for your Rss. Continue this great work!

  5. 6 luglio 2014 at 23:04

    So much fun today….I think I had a T.V. just like that one while growing up…the hair the hair..so much fun. Thank you for these today..I wish I could open my frdige and it would be filled with shoes. xoxoxox Sending you some love today.

  6. Giuseppe
    10 giugno 2014 at 17:18

    La punizione esemplare serve solo a riempire la bocca degli ipocriti che la evocano, di leggi speciali ne abbiamo già tante da non sapere più quale applicare, e così via per ogni punto da lei ipotizzato.
    La verità è che finché lo stato nel suo insieme di leggi, regolamenti del tessuto sociale, nel suo apparato fiscale, amministrativo e burocratico non si sarà rinnovato al punto da potersi definire onesto ed etico allora ci saranno sempre più persone che penseranno che rubare ad un ladro in fondo non è poi così grave.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *