REGOLE PER LA RIVOLUZIONE

Surrender of General Burgoyne

Surrender of General Burgoyne

Nel febbraio del 1946 il movimento statunitense “Moral Re-armament” pubblicò un testo che sarebbe stato trovato a Duesseldorf nel maggio 1919 contenente le regole per la rivoluzione comunista.

Nel 1946 l’Attorney General della Florida dichiarò che lo stesso testo gli era stato dato da un membro del partito comunista. (v su internet : UNSPY -13-agosto -2009).

E’ difficile appurare se si tratta di un testo autentico o di un elaborato di qualche servizio segreto.

Certo gli é che leggendolo si è colpiti dal fatto che molte-se non tutte le regole -melius “i suggerimenti” ivi indicati – sono stati, in parte, messi in atto anche se gli stessi non hanno -per fortuna- ancora sortito tutti gli effetti desiderati.

Vediamo ora quali sarebbero siffatte regole.

1- Corrompere la gioventù, allontanarla dalla religione, interessarla al sesso, renderla superficiale;

2- Prendere il controllo dei mezzi di comunicazione;

3- Distogliere la mente della gente dagli affari di governo focalizzando la loro attenzione sullo sport, sui libri riguardanti il sesso, su giochi e trivialità;

4- Dividere le persone in gruppi ostili su questioni controverse di secondaria importanza;

5- Distruggere la fede del popolo nei suoi leader naturali facendoli cadere in disgrazia mediante il pubblico disprezzo ed il ridicolo;

6- Parlare sempre di democrazia ma prendere il potere nel modo più rapido e brutale possibile;

7- Incoraggiare le stravaganze del governo, distruggere il suo credito, generare il timore dell’inflazione, alzare i prezzi e favorire lo scontento popolare;

8- Fomentare gli scioperi nelle industrie vitali, incoraggiare il disordine civile ed un atteggiamento blando delle autorità;

9- Causare il decadimento dei vecchi valori: l’onestà, la sobrietà, l’autocontrollo;

10- Con qualche pretesto richiedere la consegna delle armi lasciando così la popolazione impotente.

Per concludere ci sembra che molti di questi punti trovino riscontro nella realtà che non ci pare pertanto “romanzesca”.

Share

6 comments for “REGOLE PER LA RIVOLUZIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *