VANITAS VENITATUM, OMNIA VANITAS (“VANITA’ DELLE VANITA’, TUTTO E’ VANITA'” ECCLESIATE 1, 2; 12, 8)

Vanità di Tiziano

Vanità di Tiziano

E’ ormai questo l’imperativo della nostra società.

Siffatto “detto-ammonimento” dovrebbe campeggiare ormai anche nella aule di giustizia italiana sotto (o al posto?) alla frase ” La giustizia è uguale per tutti”.

Come spiegare, infatti, altrimenti il comportamento di alcuni giudici, che manifestano il loro orientamento politico ad ogni piè sospinto, dando inizio sovente ad inchieste penali eclatanti che si rivelano successivamente del tutto infondate, se non con il desiderio di “apparire” su tutti gli organi di stampa e d’iniziare una carriera politica?

Amministrare la giustizia è compito altissimo e delicatissimo perchè incide sulla vita dei cittadini.

Occorrerebbe perciò esercitare questa funzione non solo con probità ma rifuggendo da comportamenti che possano incrinare la fiducia dei cittadini nella terzietà del magistrato.

Il magistrato deve non solo essere “super partes” ma anche apparire come tale.

Non può, ad esempio, aver rapporti confidenziali con giornalisti e rilasciare, come di recente è accaduto, interviste prima che una sentenza venga pubblicata nella sua interezza cioè con le motivazioni.

E altri esempi potrebbero farsi ma sarebbe velleiterio perchè il Paese è ormai privo di una fibra morale e la Giustizia ne è una prova.

O più semplicemente “Deus decipit quem vult damnare” ( = “Giove fa uscir di senno colui che vuol portare alla rovina” ed anche i popoli)

2 comments for “VANITAS VENITATUM, OMNIA VANITAS (“VANITA’ DELLE VANITA’, TUTTO E’ VANITA'” ECCLESIATE 1, 2; 12, 8)

  1. 21 luglio 2014 at 17:19

    I’m so glad that the inneetrt allows free info like this!

  2. 6 luglio 2014 at 02:26

    Woot, I will ceinratly put this to good use!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *