SCELTA CIVICA: L’E’ TUTTO DA RIFARE

Andrea Riccardi presidente di Scelta Civica e Andrea Olivero portavoce, con un direttivo nominato nel chiuso di una stanza, a mo’ di conclave. Mario Mauro capogruppo al Senato, Lorenzo Dellai capogruppo alla Camera. La marginalità dei laici e dei liberali è evidente. Tanto valeva chiamarla Scelta Cattolica, o magari Democrazia Cristiana, denominazione che avrebbe avuto certamente più appeal. Ci vorrebbe più rispetto per le tante persone che hanno votato per lei, egregio professor Monti, e un briciolo anche per quanti hanno messo il proprio nome su quelle liste elettorali, confidando in lei perché la pluralità tra laici e cattolici e tra liberali e popolari fosse tutelata e valorizzata. Peccato. L’è tutto da rifare, di nuovo.

2 comments for “SCELTA CIVICA: L’E’ TUTTO DA RIFARE

  1. 19 febbraio 2016 at 21:03

    I loved as much as you’ll receive carried out right here.
    The sketch is tasteful, your authored material stylish.
    nonetheless, you command get got an nervousness over that you wish
    be delivering the following. unwell unquestionably come more
    formerly again since exactly the same nearly a lot often inside case you shield this hike.

  2. 19 febbraio 2016 at 18:17

    magnificent submit, very informative. I wonder why the other specialists
    of this sector don’t understand this. You must continue your writing.
    I am confident, you have a great readers’ base already!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *