MONTI E’ UN CLASSICO, IL CAV ROMANTICO

Mario Monti è il classico, il tecnico fattosi politico, il liberale conservatore. Il Cav è il romantico, il sedicente liberale e sempre protagonista della (sua) scena politica. Il primo reinterpreta in chiave europea i canoni del politico del passato, questa volta non navigato, in un certo senso centrista e, appunto, un po’ conservatore. L’altro istrionico, irrazionale e ostinato, attento a rinfilarsi i panni di se stesso, cercando di rivivere i momenti che furono, tra esagerazioni e irriverenza.

L’anomalia del Cav è, però, anche la sua debolezza. Il voler rivivere quei momenti di berlusconismo classico da lui stesso creati. La coincidenza del soggetto creatore del canone classico e di chi – la classicità – la vuole cavalcare nuovamente, fa saltare il banco e creare un cortocircuito. Il circolo, infatti, si spezza, il giochino non funziona più e forse da romantico diventa stanco, malinconico, emaciato, il Cav.

L’essere classico di Monti invece è un esercizio di reinterpretazione di un Ciampi, di un tecnico salito in politica questa volta in chiave internazionale ed europea, che per motivi di vocazione – in questo caso, in verità, scarsi – e riaffermazione sulla scena politica – un posto di rilievo a Bruxelles, il Quirinale o il ministero dell’economia di un governo Bersani – sta continuando nel solco della tradizione politica italiana di un tempo, solo con tanta credibilità internazionale in più.

Il confronto tv è però impietoso. Il Cav. con le solite battute, siparietti e promesse da marinaio, spadroneggia in televisione e, testardo verso l’autodistruzione, fa saltare ancora sulla sedia; Monti è un po’ impacciato tra cani adottati, spin doctor obamiani, battute lente e forzate e improvvisata passione per i social network, proiettato in un mondo che, diciamocelo, non è proprio il suo. Quello della politica italiana nel 2013, ovvero una meravigliosa, e matta, giostra, benedetta da una strepitosa par condicio che assicura a tutti, ma proprio tutti, un posto al sole. Almeno per alcune settimane. E Poi? Poi dopo il pareggio si torna tutti alle urne, così dice Scalfari.

3 comments for “MONTI E’ UN CLASSICO, IL CAV ROMANTICO

  1. 20 febbraio 2016 at 18:52

    I do not know if it’s just me or if perhaps everybody else encountering
    issues with your blog. It appears as though some of the text on your
    content are running off the screen. Can somebody else please
    comment and let me know if this is happening to them as well?
    This might be a problem with my browser because I’ve had this happen before.
    Appreciate it

  2. 20 febbraio 2016 at 07:20

    At this time I am going away to do my breakfast, afterward
    having my breakfast coming yet again to read more news.

  3. 6 luglio 2014 at 14:55

    Mike Stokley is remembered, not only today, on the anraevnsiry of his death, but every other day as well. He made the ultimate sacrifice, not only for those of us in the U.S.A. but also for the people in Iraq, who now have a taste of freedom such as what we experience here on a day to day basis. Those freedoms are not free and we will never take them for granted, as we will never take the life of Mike Stokley for grnted. He IS a Hero and we will forever honor him.DonnaProud Army MomProud Soldiers Angel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *