MONTI E’ UN CLASSICO, IL CAV ROMANTICO

Mario Monti è il classico, il tecnico fattosi politico, il liberale conservatore. Il Cav è il romantico, il sedicente liberale e sempre protagonista della (sua) scena politica. Il primo reinterpreta in chiave europea i canoni del politico del passato, questa volta non navigato, in un certo senso centrista e, appunto, un po’ conservatore. L’altro istrionico, irrazionale e ostinato, attento a rinfilarsi i panni di se stesso, cercando di rivivere i momenti che furono, tra esagerazioni e irriverenza.

L’anomalia del Cav è, però, anche la sua debolezza. Il voler rivivere quei momenti di berlusconismo classico da lui stesso creati. La coincidenza del soggetto creatore del canone classico e di chi – la classicità – la vuole cavalcare nuovamente, fa saltare il banco e creare un cortocircuito. Il circolo, infatti, si spezza, il giochino non funziona più e forse da romantico diventa stanco, malinconico, emaciato, il Cav.

L’essere classico di Monti invece è un esercizio di reinterpretazione di un Ciampi, di un tecnico salito in politica questa volta in chiave internazionale ed europea, che per motivi di vocazione – in questo caso, in verità, scarsi – e riaffermazione sulla scena politica – un posto di rilievo a Bruxelles, il Quirinale o il ministero dell’economia di un governo Bersani – sta continuando nel solco della tradizione politica italiana di un tempo, solo con tanta credibilità internazionale in più.

Il confronto tv è però impietoso. Il Cav. con le solite battute, siparietti e promesse da marinaio, spadroneggia in televisione e, testardo verso l’autodistruzione, fa saltare ancora sulla sedia; Monti è un po’ impacciato tra cani adottati, spin doctor obamiani, battute lente e forzate e improvvisata passione per i social network, proiettato in un mondo che, diciamocelo, non è proprio il suo. Quello della politica italiana nel 2013, ovvero una meravigliosa, e matta, giostra, benedetta da una strepitosa par condicio che assicura a tutti, ma proprio tutti, un posto al sole. Almeno per alcune settimane. E Poi? Poi dopo il pareggio si torna tutti alle urne, così dice Scalfari.

Share

203 comments for “MONTI E’ UN CLASSICO, IL CAV ROMANTICO

  1. Pingback: www xlxx com
  2. Pingback: doors supplier

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *