BERLUSCONI E’ IL VERO VINCITORE DELLE PRIMARIE DEL PD

La vittoria del vetero comunista Pierluigi Bersani nelle cosiddette ‘primarie’ del PD ha causato, provocato una sola, concreta conseguenza: la sesta ‘discesa in campo’, la nuova candidatura di Silvio Berlusconi.

Come avevo scritto e pubblicato il trascorso 30 novembre (nel mio sito: ‘Berlusconi? Aspetta!’), il tre volte presidente del consiglio attendeva l’esito della ‘sinistra’ consultazione per decidere.

Avesse vinto – lo ripeto – avesse vinto Matteo Renzi, avrebbe portato avanti l’ipotesi Angelino Alfano, restando nelle retrovie, alla finestra, conscio di non avere serie possibilità di prevalere nei confronti del sindaco di Firenze nella corsa a Palazzo Chigi.

Avendo vinto il predetto Bersani, fuori gioco il ‘rottamatore’ e in pista quindi il comunista di certo impossibilitato (e proverà a farlo, il desso) a rappresentarsi seriamente come il portatore di un vero cambiamento…

avendo vinto con Bersani la sinistra di Vendola, il sindacato, in fin dei conti ‘il vecchio’ e conservatore comunismo…

i suoi sondaggi (nel tempo, sempre dimostratisi corretti nel prevedere l’esito elettorale, non scordiamolo) gli hanno detto che – a dispetto di tutti – non poche sono le chance di prevalere o, al minimo, di ottenere un confortevole risultato.

Possiamo pertanto concludere che il ‘vero’ vincitore delle primarie PD sia appunto il Cavaliere cui i duri e puri vecchi comunistoni dell’apparato, prevalendo, hanno concesso una ulteriore possibilità!

Del resto, a sinistra, non sono mai stati, non sono, intelligenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *