Mese: Ottobre 2012

LA PRATICA

Il cugino Giovanni, che risiedeva in Umbria, aveva pregato Franco, che viveva a Roma, di cercare di risolvergli una pratica che da tempo giaceva presso un Ministero.
Franco non volle sottrarsi alla richiesta del congiunto anche se prevedeva che si sarebbe trattato di una seccatura

Share

DEMOCRAZIA “MALATA”

Anche i giornalisti che scrivono per i quotidiani più diffusi fanno parte, a pieno titolo, della classe dirigente di un Paese. Svolgono il fondamentale compito di orientare l’opinione pubblica. Ezio Mauro, direttore del quotidiano “La Repubblica”, è calato perfettamente nel ruolo del “grande” intellettuale che orienta; si intende che la grandezza va valutata in relazione al livello attuale della classe politica investita di responsabilità istituzionali. E’ un “Maître a penser” perfetto per questi tempi di decadenza.

Share

IL PDL TRA QUENTIN TARANTINO E CAROLINA INVERNIZIO

Nemmeno il più trash degli sceneggiatori anarcoinsurrezionalisti avrebbe potuto pensare una storia del genere, tutta racchiusa in una settimana: il dirigente PDL che taglia le gomme della macchina all’ invalido dopo avergli fregato il posteggio; quello che ruba i soldi delle vacanze dei bambini ciechi; la santerellina assessore alla assistenza sociale che mantiene una tribù di magna-magna; il surreale Presidente della Provincia che respinge le proprie dimissioni; il consigliere regionale che paga alla n’drangheta voti cari come aragoste; l’assessore PDL novello marxista che vuole dare secondo le sue capacità, ma ricevere secondo i suoi bisogni (mutuo). Ma è un partito, o un film con Totò e Peppino, girato da Quentin Tarantino e tratto da un libro di Carolina Invernizio (“il bacio di una morta ”) ?

Share

MULLER-BARBERA: SPENDERE O SPANDERE?

Si sono spenti, da tre settimane appena, i riflettori sulla sessantanovesima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Una Mostra che, come preannunciato in primavera dalla coppia Baratta-Barbera, rispettivamente Presidente della Biennale e Direttore Artistico, ha confermato un netto cambiamento di tendenza rispetto alla precedente direzione Muller, sia dal punto di vista politico-economico che da quello artistico-culturale.

Share