Sì, Diliberto, è una “barbarie” che tu sia stato Ministro della Giustizia

da: www.panorama.it

Usa la parola “barbarie” il comunista Oliviero Diliberto a proposito dei fatti della Scuola Diaz di Genova. Barbarie o no, in Italia esiste ancora uno scalcinato stato di diritto, e la Cassazione ha confermato le condanne nei confronti dei vertici della polizia. “Un po’ di giustizia è stata fatta”, ha commentato il comunista Diliberto.

Fornero al cimitero“: questa la sobria scritta sulla maglietta di una manifestante contro la riforma del lavoro. A farsi fotografare con sorriso compiaciuto e partecipe accanto alla donna è il comunista Diliberto. Il quale, dopo il disappunto del Ministro, non si scusa ma alza il tiro: “Dovrebbe essere lei a scusarsi”. Avete capito bene.

Il comunista Diliberto è amico del dittatore siriano Assad. A rivelarlo sono i Syria files rilasciati da Wikileaksripresi da L’Espresso. Dai documenti riservati emerge l’antico e solido rapporto tra il Partito dei Comunisti Italiani guidato da Diliberto e l’omologo siriano, che sostiene attivamente il regime siriano.
Tanto per capire il tenore dei rapporti: il 22 aprile 2011 si consuma una delle prime rappresaglie sanguinarie contro i ribelli. L’esercito di Assad uccide oltre 70 persone. Bene, come reagiscono i comunisti nostrani? Il responsabile esteri scrive ai compagni siriani per notificare che un articolo del leader comunista siriano – complice di Assad – è stato tradotto in italiano sulla rivista “Oltre confine” e che i comunisti italiani sono pronti a dare diffusione a ogni documento che i compagni siriani vorranno far conoscere. Saluti fraterni e infinito affetto.

Non una parola di disapprovazione, non una punta di imbarazzo. Anzi, nei mesi successivi, quando i comunisti siriani lanciano strali contro la “cospirazione imperialista” elogiando le alleate Russia e Cina (che fanno muro nel Consiglio di Sicurezza a favore di Assad), i comunisti di casa nostra continuano a manifestare piena solidarietà.

Com’era, Diliberto? Barbarie. Sì, è una barbarie che tu sia stato Ministro della Giustizia di una democrazia occidentale.

Share

3 comments for “Sì, Diliberto, è una “barbarie” che tu sia stato Ministro della Giustizia

  1. 20 febbraio 2016 at 21:44

    Hello There. I discovered your weblog using msn. That is an extremely well written article.

    I will make sure to bookmark it and come back to learn more
    of your useful info. Thanks for the post. I’ll certainly comeback.

  2. 19 febbraio 2016 at 21:03

    I think that is among the so much significant information for me.
    And i’m glad studying your article. However should remark on some common issues, The site taste is
    great, the articles is really nice : D. Just right job, cheers

  3. 19 febbraio 2016 at 13:19

    Hello to every body, it’s my first pay a visit of this webpage; this website contains amazing and really good data in favor of readers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *