La verità

La verità è che uno Stato serio dovrebbe oggi chiedere con fermezza alla Tunisia il risarcimento dei danni.

La verità è che, considerato come ci trattano, lo Stato italiano dovrebbe spedire in Francia o negli altri Stati UE tutti i tunisini che lo desiderano.

La verità è che da decenni, e non ora quando i buoi sono scappati dalla stalla, lo Stato e l’inutilissima e dannosa Unione Europea avrebbero dovuto fortemente intervenire nei Paesi africani mediterranei per garantirne progresso e sviluppo al fine di permettere ai loro abitanti di vivere decorosamente in loco.

La verità è che manchiamo assolutamente, e anche qui da decenni, di avvedutezza e perspicacia governati (nel concreto, perché non è certamente Berlusconi che prende le decisioni) come siamo da una manica di anime belle senza attributi (in primo piano il tromboneggiante e mai definitivo Bossi, tipico cane che abbaia e non morde, che, incredibilmente, viene ancora preso sul serio dagli elettori).

La verità è che la stampa, larghissima parte della stampa, schierata come è e rappresentando non la maggioranza dei cittadini ma una minoranza incolta e sedicente intellettuale di imbelli osservanti e adoratori del ‘politicamente corretto’, fortissimamente ha contribuito e contribuisce al nostro declino.

La verità è, infine, che i voleri della predetta maggioranza dei cittadini che, certamente, concordano con quanto da me scritto, non vengono tenuti in conto, fulgido esempio di democrazia!

1 comment for “La verità

  1. giorgio castriota santa maria bella
    21 aprile 2011 at 21:48

    Concordo con l’autore circa le incertezze del nostro Governo che subisce i condizionamenti dell’opposizione ,di molta stampa ,di correnti cattoliche e la latitanza dell’U.E. Molti dubbi ,per contro ,nutro circa l’atteggiamento in generale verso l’ Unione Europea come organizzazione economico-finanziaria. Non é l’optimum ma senza di essa dove sarebbe arrivato il nostro disavanzo pubblico ed il cambio della lira ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *