Mese: Settembre 2010

Se la colpa di Fini è aver parlato di legalità…

Una delle differenze più rilevanti fra prima e seconda repubblica è la diversa valutazione dei comportamenti etici della politica.

E’ opinione diffusa che nella prima repubblica la corruzione servisse soprattutto per arricchire i partiti di riferimento, lasciando peraltro nelle tasche dei politici avanzi non di poco conto. Oggi, essendo i partiti strutture più leggere, la corruzione è esclusivamente a favore del singolo. Questa differenza, di per sé non marginale, è senz’altro di minor rilievo rispetto ad un’altra. Nella prima repubblica ogni politico, anche il più corrotto, si sentiva in dovere di condannare il malaffare.

Share

Chi farà la rivoluzione liberale?

Era il 2005, e in una conversazione sul capitalismo italiano con Alessandro Profumo, amministratore delegato di UniCredit, Massimo D’Alema confidò che una volta Tony Blair gli aveva detto: «Voi siete sfortunati, perché vi tocca fare anche il lavoro della Thatcher. Noi, invece, tutto sommato siamo tornati al governo in un paese dove la destra aveva fatto il suo mestiere in modo persino eccessivo».

Share

Non è più tempo per il Lodo Alfano

La situazione politica italiana vista dall’estero è impressionante. Ciò che è avvenuto e sta avvenendo nel nostro Paese non sarebbe neppure lontanamente pensabile in una qualsiasi nazione europea. Quello che più rattrista è che in Italia abbiamo dilapidato e continuiamo…

Share

23 novembre 1932

Diretto ad Aidussina, laddove da Pontebba era stato trasferito, il 23 marzo del 1932 un giovanissimo Piero Chiara, da poco ‘entrato nella Giustizia’ – come, molti anni dopo, amava dire facendo intendere chissà quali mansioni ed incarichi – fece tappa…

Share