Mi ostino a mettere la “e finale”

In più occasioni, Piero Ostellino ha scritto: “Mi ostino a mettere la “e finale”  quando parlo di me e di come la penso. Sono liberale; non “liberal” come fa chi si vergogna di essere socialista”.

Come non essere d’accordo con questa affermazione !

In questi ultimi 10 o 15 anni, dopo il crollo del comunismo, tutti o quasi hanno dichiarato, a parole e senza un reale e approfondito ripensamento, di essere liberali, anzi alcuni hanno dichiarato di non essere mai stati comunisti (vedi Veltroni). Abbiamo visto numerosi trasformismi che in qualche caso hanno dell’incredibile. Molti vergognandosi di essere stati socialisti o comunisti hanno dichiarato e dichiarano di essere “liberal” all’americana, cioè laici –progressisti.

In sostanza in Italia, ma non solo, come al solito, c’è sempre stata molta ipocrisia e ambiguità.

Poi è arrivata la grande crisi economico-finanziaria dell’ultimo anno: dalla crisi americana alla recessione globale. Quindi sono rispuntate le critiche al liberismo, al mercato  e le vecchie tesi di intervento dello Stato nella gestione dell’economia.

Ciò nonostante i partiti socialisti e socialdemocratici, in Europa, alle ultime elezioni europee non sono riusciti ad approfittarne ed hanno subito una sconfitta storica, perché “non in sintonia con il carattere ormai irreversibilmente “individualistico” delle società europee.”: società, come è stato scritto da Angelo Panebianco “che sono state trasformate dalla terziarizzazione, dalla scolarizzazione di massa, dalla società dei consumi, dalla crescente eterogeneità delle condizioni di lavoro, dalla diffusione di opportunità di scelta fra modelli concorrenti di stili di vita. Non c’è più posto per l’antico ideale della società socialista. Nemmeno in tempi di crisi economica e di ritorno dello Stato.”

Per questo, nonostante la vittoria di Obama o le sintesi neo-colbertiste di Tremonti o il ritorno dello Stato sembra condiviso, noi rimaniamo fermi alla parola liberale con la “e finale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *