La “nuova” politica estera americana

Signor direttore,

mercoledì 3 giugno, il Corriere, in una breve nota in seconda pagina, ha testualmente affermato “La democrazia? Per George Bush andava ‘esportata’. Sempre”.

L’assunto non corrisponde assolutamente al vero come dimostrano l’intera campagna elettorale del 2000 (prima, evidentemente, degli attentati dell’11 settembre 2001 che, non ci sarebbe bisogno di ribadirlo ma tant’è, hanno cambiato tutto) e specificamente le parole – fra l’altro anche pubblicate dal medesimo Corriere in data 20 gennaio 2001 – pronunciate dal secondo Bush nel corso dell’intervista televisiva concessa il giorno antecedente il primo insediamento a Barbara Walters.

Nell’occasione, alla domanda: “In che modo la sua politica estera sarà diversa da quella di Bill Clinton?”, ripetendo quanto più volte esposto nel corso delle primarie e poi durante il confronto con Gore, il neo presidente confermò: “Innanzitutto, dirò molto chiaramente che non è mia intenzione creare nuovi Stati e che saremo molto umili nei nostri interventi. Non possiamo inviare le nostre truppe in un altro Paese sostenendo che lo aiuteremo a costruire una democrazia sul modello della nostra. E’ certo comunque che se qualcuno vorrà i nostri finanziamenti dovrà attuare le necessarie riforme e combattere la corruzione” e non v’è chi non veda che così effettivamente agì nei primi mesi di mandato.

Certo, se, pregiudizialmente o per ignoranza, non si considerano i fatti e la storia, si arriva a schierarsi con quanti, spesso senza nulla sapere, in specie a sinistra, aprono bocca per dargli fiato.

Mauro della Porta Raffo

1 comment for “La “nuova” politica estera americana

  1. 6 luglio 2014 at 14:45

    I think the fires are in Quebec. Not sure. Can’t imagine they’d be cniusag trouble your way, but I’m no Smokey the Bear. Today’s alleged heatwave never materialized. Oh it got warm, mind you, but not much in the way of humidity. Thanks about the photo. I’m really pleased with it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *