Tutto Barack dichiarazione per dichiarazione

Barack Obama è presidente da nemmeno un giorno, deve ancora prendere possesso della Casa Bianca, ma a noi ha già dato noia. Sia chiaro, la colpa non è sua, bensì di tutti i nostri concittadini che hanno deciso di dire la loro sul primo presidente nero della storia degli Usa. Ed allora, noi, abbiamo pensato bene di dare un voto alle loro dichiarazioni. E che nessuno ne abbia a male.

Walter Veltroni/1
“Se il vento gira in America poi gira anche da questa parte”.
Meteorologico. Voto: 7

Silvio Berlusconi
“Consigli gliene posso dare perchè sono più anziano, lo farò quando lo abbraccerò di persona”
Paternalistico. Voto: 7

Walter Veltroni/2
“Questa notte ce la ricorderemo per tutta la vita”. Pure noi, in tv c’eri solo tu: nemmeno una donna mezza nuda.
Onnipresente. Voto 5

Umberto Bossi
“Secondo me, nero o bianco non cambia”
Sinceramente multirazziale. Voto 9

Walter Veltroni/3
“La vittoria di Obama è la vittoria della speranza. E noi siamo figli di questa cultura e non della cultura della paura”
Fumoso. Voto 3

Francesco Cossiga/1
“Caro Veltroni, ti invio le mie più vive congratulazioni per il grande successo ottenuto da te e dal Partito Democratico che oggi guidi con la elezione di Barack Obama alla Presidenza degli Stati Uniti, elezione alla quale hai certamente dato un contributo decisivo con la tua presenza negli Usa. Io penso che l’Italia avrà in futuro dalla Casa Bianca un ascolto, un molto maggiore ascolto, che non l’Italietta di Alcide De Gasperi e di quel partito di malaffare che fu la Democrazia Cristiana, Ad maiora”.
Grazie di esistere. Voto 10

Maurizio Gasparri/1
“Con Obama alla Casa Bianca forse Al Qaida è più contenta”
Terroristico. Voto n.g.

Andrew Howe
“Obama? Adesso spero che cambi l’America, ha la capacità di farlo ma non perché è nero”.
Zitto e salta. Voto 2

Marco Ferrando
“Salutiamo con gioia la sconfitta dell’amministrazione Bush, sepolta dal fallimento delle sue politiche guerrafondaie e liberiste. Ma non ci accodiamo all’acclamazione bipartisan di Barak Obama. Obama ha capitalizzato elettoralmente una positiva domanda di cambiamento da parte di vaste masse popolari. Ma i sui programmi reali non segnano alcuna svolta di fondo”
Incontentabile. Voto 5-

Maurizio Gasparri/2
“La nostra sinistra, ultrasconfitta, da qualche ora pensa di aver vinto le elezioni. E invece in Italia non è successo niente”.
In ripresa. Voto 6

Francesco Cossiga/2
“Cosa può fare Berlusconi per controbilanciare l’enorme vantaggio acquisito da Veltroni e dal Partito democratico su il Pdl con la vittoria di Obama? Opporsi allo schieramento dei radar americani in Polonia e nella Slovacchia, schierarsi risolutamente con la Federazione Russa contro la Georgia, opporsi a qualunque tipo di sanzioni contro l’Iran, chiedere agli Stati Uniti di revocare l’embargo a Cuba, ritirare le nostre missioni militari dall’Afghanistan, dalla Bosnia-Erzegovina, dal Kossovo e dal Libano,…..”
Ancora grazie. Voto 10
(blas)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *