Non cercare altrove il liberale che è in te

Non è uno slogan, anche se a suo tempo segnò un’ispirazione della politica e delle finalità liberali. Si tratta invece di una introspezione per cogliere valori, sentimenti, comportamenti etico-politici prescindendo da appartenenze ideologiche o militanze partitiche. Tanto più in questo momento di crisi profonda delle ideologie del passato e di sfiducia nel presente, l’aggettivo qualificativo “liberale” è tornato di attualità. Forse di moda. Ma è difficile essere davvero liberali senza un ancoraggio a scelte e valori che ciascuno vive e sente dentro di se. Il senso del dovere verso se stessi, come affermazione della propria dignità personale, verso la famiglia, verso lo Stato, non come entità sovrastante ma come realtà partecipata e sentita come propria. Liberale è affermare senza paura le proprie convinzioni ma rispettare quelle degli come e di più delle proprie, secondo l’insegnamento di Voltaire. Liberale è sentirsi libero ma disciplinato rispetto al contesto sociale ed umano della società per propria autonoma scelta. Solo a queste condizioni l’aggettivo liberale ha un senso tanto sul piano individuale quanto in quello sociale. In Forza Italia l’umanesimo liberale ha trovato, specie nella fase iniziale del movimento, la sua collocazione. Ora si tratta di sviluppare le potenzialità del liberalismo politico, economico e sociale in un contesto più vasto: quello del Popolo della Libertà! Una intuizione quella di Silvio Berlusconi che è anche la sintesi di una dura esperienza al Governo come all’opposizione. Il popolo nella sua sovranità, costituzionalmente sancita, non deve essere una massa indistinta ed anonima – al contrario – deve affermare, nelle differenti realtà umane e sociali il pieno titolo ad una “partecipazione responsabile” per dirla con Giovanni Malagodi. Una partecipazione dialettica e critica senza fideismi e senza condizionamenti. Si apre una nuova stagione per la democrazia italiana e spetta ai liberali trovare in se stessi le motivazioni e la forza per riaffermare gli eterni valori della libertà e del progresso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *