Napolitano: come stanno davvero le cose

Mi chiedo: ma quel Giorgio Napolitano che giorni fa, dalle pagine de La Repubblica, ci ha ammannito un bel predicozzo sull’Europa Unita e su quanto sia stata importante per l’Italia non è uno dei massimi esponenti di quel Partito Comunista Italiano che cinquanta anni orsono era assolutamente contrario alla firma dei Trattato di Roma? Concludo per il sì, e ricordo come il medesimo signore abbia cambiato opinione radicalmente anche a proposito di mille altri fatti. Per citarne solo due, l’invasione dell’Ungheria e le foibe. Esempio preclaro del ‘vero’ comunista italiano, Napolitano, per sua stessa ammissione, non ne ha mai azzeccata una ed ha impiegato sempre almeno trent’anni a capire davvero come stavano le cose. Altrettanto esemplarmente, spiega a noi oggi quel che lui con tanta difficoltà ha compreso. Balbettii, nient’altro che balbettii!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *