La secessione del “vero” varesotto

LA SECESSIONE DEL

‘VERO’ VARESOTTO

(PROCLAMA DETTATO IN VARESE IL 10 APRILE 2006)

Oggi, 10 aprile 2006,

io sottoscritto Mauro della Porta Raffo,

vista la situazione venutasi a creare in conseguenza dell’esito elettorale nazionale, confortato dall’opinione dei più tra i miei conterranei,

proclamo

la secessione del ‘vero’ Varesotto dall’Italia

(laddove per ‘vero’ Varesotto si intendono le zone del nord della provincia, dal capoluogo al lago Maggiore e ai confini elvetici)

I primi provvedimenti che il ‘Governo provvisorio di salute pubblica’

che sarà immediatamente costituito

dovrà prendere riguarderanno misure tese a favorire

1)   il ritorno ad una economia basata sul contrabbando dei tabacchi e sul gioco d’azzardo che dovranno essere da subito legalizzati

2)   l’obbligo di fumo nei locali pubblici

3)   la riedificazione e la conseguente riapertura del ‘Casino di mamma Rosa’ a Luino a suo tempo frequentato da Piero Chiara (l’accesso potrà essere consentito agli amici ticinesi a prezzo doppio rispetto a quello comunemente praticato)

4)   l’apertura, in ogni comune ove non sia già esistente, di una sala da biliardo che dovrà essere obbligatoriamente frequentata per almeno due ore al giorno dai giovani fino alla maggiore età che è qui fissata ai ventuno anni

5)   la chiusura immediata delle esistenti ‘sale giochi’ e la proibizione assoluta a praticare giochi (come i ‘video games) che non prevedano la partecipazione di almeno due persone

6)   la frequentazione degli oratori

7)   per gli uomini, l’obbligo di farsi fare giornalmente la barba dal barbitonsore con il rasoio a mano

Nota bene: le edicole, i parrucchieri e i bar dovranno essere aperti tutti i giorni (domeniche incluse e per quel che riguarda i parrucchieri da uomo lunedì compresi) dalle ore sei del mattino e chiudere invariabilmente alle undici di sera

Letto, confermato e sottoscritto in Varese da

Mauro della Porta Raffo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *