Elezioni

Nato nel 1204, figlio di Giuci e nipote di Gengis Khan, all’incirca trentenne, nel corso di una ‘dieta’ panmongola, il principe Batu ebbe in appannaggio la Siberia occidentale e tutti quei territori che fosse riuscito a conquistare verso ovest. Così, nel 1236, spinse il suo esercito oltre il Volga e in breve tempo, travolgendo tutto e tutti, ebbe ragione in battaglia dei bulgari, dei cumani e dei turchi qipcaq.

Sottomessi, di poi, i principati russi, conquistata Mosca e in seguito Kiev, nel corso del 1241 invase la Polonia, l’Ungheria e il Friuli.

Entrato in Austria e oramai prossimo o quasi alla capitale Vienna che gli si parava dinnanzi pressochè indifesa, fu fermato dalla notizia della morte dello zio Ogotai, successore di Gengis Khan alla guida di tutti i mongoli.

Ispo facto, decise di tornare in patria per partecipare alla dieta nazionale dei nobili indetta per eleggere il successore del defunto khan.

Il mondo occidentale e l’intera nostra civiltà, un attimo prima alla mercè dell’invasore e delle sue orde, erano in tal modo salvi.

E’ questa, a quanto mi risulti, l’unica volta in cui una elezione sia davvero servita a qualcosa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *