Questi democristiani non si smentiscono mai

Arafat come Mazzini?

Leggo su “L’Opinione” diretto da Arturo Diaconale un trafiletto riguardante la forte critica fatta a Chirac da parte del “Sun”, giornale popolare inglese, per la sceneggiata con Arafat.

“Vergogna al presidente  francese Jacques Chirac che ha passato un pomeriggio a tenergli la mano morente, neppure si fosse trattato di sua nonna.  Per il “Sun”, non si deve avere paura di definire Arafat come un terrorista. Anche ora che sta morendo. Non per mancanza di pietà, ma casomai di ipocrisia.

Basta pre-santificazione e pianti ipocriti che stanno caratterizzando l’agonia di quello che poi è solo un capo terrorista.

Inutile dire che anche l’Italia, sia pure in sedicesimo, ha i propri Chirac: dal presidente della Camera Pierferdinando Casini che “si stringe attorno al dolore del popolo palestinese”, che è tutto da dimostrare  che non stia per liberarsi dal proprio vero problema nonché da un incubo dittatoriale durato quasi mezzo secolo, al segretario dell’UDC Marco Follini che addirittura azzarda paragoni con Mazzini e Cavour. Giacchè c’era , forse se lo è dimenticato, poteva metterci anche Garibaldi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *