L’abusivismo su mezzi pubblici

In un nostro precedente intervento (si veda Cartalibera del 1/07/04- Rubrica: “Bocca della verità”) avevamo sottolineato che l’abusivismo sui mezzi pubblici è diventato un fenomeno diffuso ovunque, in particolare nelle grandi città.

Il numero di coloro che non pagano il biglietto è andato sempre più aumentando nel corso degli anni. Una vera “escalation”. Oggi , tale fenomeno ha assunto livelli non più accettabili.

Recentemente l’Azienda Municipale di Milano (ATM), con interviste e dichiarazioni alla stampa, ha illustrato l’attuale attività di controllo (circa 300 controllori ??), con numero di multe inflitte e ammontare incassato. Sono apparse anche sulla stampa lettere di cittadini che evidenziavano tale abusivismo.

Per questo motivo, riteniamo opportuno ritornare sull’argomento.

Secondo l’ATM  i dati sono i seguenti :

  • 48 milioni sono i viaggi senza biglietto registrati sui mezzi ATM nel 2003
  • 4 milioni di euro è l’incasso dell’ATM nel 2003 per il pagamento delle multe
  • l’abusivismo si aggira sul 7-8% di giorno, con punte molto più alte nelle ore serali.

Secondo il nostro modesto parere, queste percentuali di abusivismo non rispecchiano completamente la realtà; il fenomeno è purtroppo molto più elevato.

Invitiamo pertanto i responsabili dell’ATM, ad esempio, a controllare le linee 54-61-90-91-92-93-95, solo per citare alcune , specie nelle ore di punta o al sabato e domenica. Le statistiche sopra citate cambierebbero.

Invitiamo anche i consiglieri comunali di maggioranza a farsi promotori per una maggiore attività di controllo.

Non si chiede la “tolleranza zero”, ma maggiori e più frequenti controlli.

Share

2 comments for “L’abusivismo su mezzi pubblici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *